Choose Your Layout Style

6 Predefined Color Schemes

Lunedì, 30 Dicembre 2013 23:26

Quel calcio di fave e lupini (dove vinceva la goliardia) Featured

Written by
Rate this item
(0 votes)

L'ultimo articolo del 2013 che pubblichiamo su www.ilcalcioedellagente.it non è nostro, lo abbiamo trovato in rete ed è un ritratto gustoso, romantico e per molti tratti malinconico di Marcello Veneziani che potete trovare nella versione originale al seguente link: http://www.ilgiornale.it/news/interni/979074.html

Il Focoso, lo Zoppo, il Nonno. Le domeniche di provincia si popolavano di personaggi mitologici. Che tra strani riti e lingue inventate ora raccontano un'Italia che non c'è più

Vi invitiamo a leggerlo tutto, non ve ne pentirete e con l'occasione vi auguriamo un ottimo 2014, noi saremo ancora qui a raccontarvi la nostra piccola storia. Auguri a chi sogna da sempre un calcio autentico e puro, un calcio semplice che senza rinunciare al sano agonismo insegue la vittoria con lealtà e nel pieno rispetto degli avversari.

un'immagine del vecchio stadio di Cava

Perché non scrivi nulla di calcio-scommesse e non ti occupi mai di calcio, mi scrive un lettore affezionato. Il mio orizzonte calcistico è assai limitato nel tempo e nel luogo: per me il calcio-scommesse è la birra in palio che scommettevamo da ragazzi prima di giocare (io preferivo l'aranciata, ma non potevo dirlo perché mi avrebbero considerato ricchione). Sono fermo a uno stadio primitivo e tribale del calcio; ma, se proprio volete, ve ne parlo. Nell'antichità vivevo a Bisceglie e seguivo la squadra locale. Le domeniche allo stadio erano un trattato live di antropologia, con vaste appendici di zoologia. Per cominciare, i tifosi si dividevano in due etnie, gli eleganti e gli sportivi. I primi si presentavano col cravattone al collo e un nodo rozzo appena allentato in gola, gli occhi e la pancia pieni di ragù, garze paonazze, come da noi si chiamavano le sottoguance, e portavano un giornale da infilare sotto le chiappe per non arrighirnarsi (sporcarsi) l'abito buono della domenica. I più cavallereschi destinavano un foglio al compare di gradinata. La stampa, allora, godeva di grande prestigio. Lo sportivo, invece, si vestiva come se dovesse scendere lui in campo, con tuta o maglietta, scarpette, a volte la visiera e, nei mesi caldi, pantaloncini, canottiera e zoccoli. La differenza tra le due razze non era solo di stile, ma di visione della vita: i primi erano figli del giorno, e siccome era domenica venivano vestiti da domenica; i secondi erano figli del luogo, e siccome era campo sportivo venivano vestiti sportivi. L'azionista di riferimento nel primo caso era la Famiglia, nel secondo la Curva. All'entrata, si poneva il problema delicato dell'adozione. Un nugolo di mininni (ragazzini) chiedeva a u' Giovn (il Giovane, epiteto che valeva dai 20 ai 60, oltre scattava la definizione U'Nonn) di affiliarsi per entrare gratis. Quando all'entrata chiedevano: E cus, a ci appertén? (E questo a chi appartiene?), l'adulto con l'imposizione della mano sulla spalla, come una cresima, lo sanciva suo figlioccio. L'adozione non sempre riusciva, a volte perché si scopriva un cambiamento continuo di padri putativi, a volte perché il figlio adottivo era più alto del padre. Tra gli spettatori non mancavano «i zoppi» ovvero chi cercava di entrare a sbafo o chi vedeva la partita dal balcone del compare, strapieno a rischio crollo. Ma se la partita era gratis, la seguiva anche la nonna. Il saluto augurale per i nuovi arrivati sugli spalti alludeva al loro mestiere: a' mort le varvér (a morte i barbieri), a' mort le scarpòr (a morte gli scarpari) e il nuovo arrivato ricambiava con pari gentilezza, magari alludendo alla tribù d'appartenenza: a' mort le juvendén (a morte gli juventini), con diagnosi infauste: iosce avite ambré (oggi dovete morire). I pop corn dell'epoca erano le semenze e le fave arrostite, le castagne del monaco e i lupini.


continua a leggere

Read 2648 times Last modified on Sabato, 11 Aprile 2020 19:50

39 comments

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Breaking News:

Cava United
Rubriche
Il Calcio è della Gente
Modulistica

Share This

Follow Us

K2 Calendar
« October 2020 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
K2 Comments