Choose Your Layout Style

6 Predefined Color Schemes

striscione nie confronti di uno dei mali del calcio: Blatter

Il coraggio non è mai stato non avere paura, avere coraggio vuol dire affrontare i propri timori e ribaltarli a proprio vantaggio. La paura di non agguantare la finale era tanta, c’era il timore di deludere chi aveva creduto in noi, ma abbiamo tramutato il tutto in energia positiva, abbiamo dominato, abbiamo vinto. Un passo alla volta, tutti insieme, WE CAN.

 

striscione nie confronti di uno dei mali del calcio: Blatter

 

Il coraggio non è mai stato non avere paura, avere coraggio vuol dire affrontare i propri timori e ribaltarli a proprio vantaggio. La paura di non agguantare la finale era tanta, c’era il timore di deludere chi aveva creduto in noi, ma abbiamo tramutato il tutto in energia positiva, abbiamo dominato, abbiamo vinto. Un passo alla volta, tutti insieme, WE CAN.

 

Cava de' Tirreni, 14 Giugno 2015, aria di estate, sole battente e tanta passione, ma soprattutto derby cavese. Al "Desiderio" di Pregiato va in scena la semifinale dei playoff del girone A di terza categoria, si sfidano lo United e l’Inter Sant’Anna. Dinanzi ad un calorosissimo pubblico ed una “Doce” carica più che mai, si gioca il derby più importante della stagione, l’imperativo è vincere, il pareggio sarebbe mortifero. In campo l'undici titolare è il seguente:Ragone, Ascione D., capitan Bisogno, Mannara, Melchionda, Polacco, Carotenuto, Sica, Coppola, Mosca e Salsano.

Si inizia con la solita magnifica presenza massiccia dei tifosi dello United, in generale pubblico delle grandi occasioni. Pronti via e subito Coppola fa capire di essere in giornata, si punta a giocare la palla sulla corsia di destra proprio per sfruttare le sue scorribande offensive. Un Cava United ordinato e diligente (e senza ansia apparente) si mostra subito deciso a fare la partita e alla prima occasione fa centro: punizione dalla destra battuta proprio da Coppola ed incornata del solito Mosca, palla che tocca il palo e dolcemente supera la riga di porta: è tripudio in campo e sugli spalti, 0-1. Partita che entra subito nel vivo, passano pochi minuti e l’Inter Sant’Anna ha con Scarpetta un’occasione d’oro per rimettere le cose a posto, ma il centravanti nero-azzurro si lascia ipnotizzare da Ragone e spara alto. Al 30esimo, ancora su azione da palla inattiva, è lo United a sfiorare il raddoppio: ancora cross di Coppola, incornata incredibile di Ascione ma la risposta del portiere è di altra categoria. Non tarda ad arrivare la risposta dei padroni di casa che sul finire dei primi 45 minuti vanno vicinissimi al pari, cross nell’area piccola, Ragone non esce e Bisogno non riesce a spazzare con decisione, raccoglie ancora Scarpetta che da pochi passi colpisce la traversa. Pericolo scampato e squadre negli spogliatoi.

Secondi 45 minuti che si aprono con l’infortunio di Mannara, tanta sfortuna per il centrale mancino che deve lasciare il posto ad Ascione junior. Lo United è ancora padrone del campo, ma l’Inter Sant’Anna mostra in più di una circostanza di saper ripartire, soprattutto con il temibilissimo Di Domenico. E’ proprio il centravanti, laureatosi capocannoniere del girone A, a siglare pochi minuti dopo il gol del pareggio su un’azione di contropiede ben orchestrata. La partita cala di intensità e si va verso il 70esimo, Mister Sabbarese allora decide di cambiare le carte in tavola, fuori Mosca, Polacco e Melchionda, dentro Senatore, Murolo e Ferrara. Ed è proprio che quando le forze sembrano venir meno che accade quello che non ti aspetti. Lo United inizia a premere il piede sull’acceleratore con grinta e decisione, Coppola e Senatore diventano due schegge impazzite, bisogna vincere, si VUOLE vincere. Ci prova prima Murolo con una conclusione alta, poi Sica (grande prova di personalità per il 18enne centrocampista), ma il suo tiro dai 10 metri ben calibrato si spegne tra le braccia del portiere. Minuto 87, Ferrara gioca la palla sulla destra verso Senatore che punta Lamberti, lo supera senza difficoltà e viene atterrato in area: è calcio di rigore. Dagli 11 metri si prende la responsabilità il “saggio” del gruppo, parliamo di Generoso Murolo, che, con tutta la tranquillità di questo mondo prende il pallone, lo posiziona sul dischetto, rincorsa e via: portiere spiazzato, 2 a 1 e gran festa sugli spalti. Forse per lui nell’ultimo periodo qualche critica di troppo, ma si sa, il miglior giudice è sempre il campo. Nonostante i 6 minuti di recupero, nulla più può rovinare questa grande gioia, lo United vola in finale dopo una battaglia combattuta nel migliore dei modi.

A fine partita grande festa di sportività ma anche tanti festeggiamenti insieme ai tantissimi tifosi, VIVA IL CALCIO.

Adesso servirà proseguire con lo stesso spirito, una settimana ancora per sognare, si, solo una settimana. Si era partiti quasi un anno fa, da Calvanico, il secondo step di questa fantastica storia verrà scritto in quel di San Marzano. Occorrerà un’altra impresa, bisognerà superare ancora una volta i nostri timori e le nostre paure, ma con la consapevolezza che tutti insieme si vince. E che sia ben chiaro, al di là del risultato, NOI SIAMO LO UNITED E NON PERDIAMO MAI.

Versione inglese a cura di Annamaria Pecoraro

Cava de 'Tirreni, June 14, 2015, summer air, sunlight and passion, but above all derby Cava. The "Desiderio" is staged the semifinals of the playoffs in the group A of the third category, challenge United and Inter Sant'Anna. Before a very warm audience and a "Doce" charging more than ever, we play the derby of the season, the imperative is to win. United immediately decided to make his own game. After a few minutes from a free kick beaten by Coppola Mosca headed goal. The inter S.Anna spoils immediately chance to equalize, and after 30 minutes Ascione nearly doubling. In the second half Inter S.Anna want the tie and get with the bomber Di Domenico after 25 minutes with a eurogol . Mister Sabbarese now makes three changes that give new strength to the United reaching the doubling of penalty Murolo. Victory that allows the United to play the final against San Marzano.

Breaking News:

Cava United
Rubriche
Il Calcio è della Gente
Modulistica

Share This

Follow Us

Donaci il 5*1000

banner main

Uno di Noi, Uno in più!