Friday, 22nd 09 2017
17:11:42

Abbiamo 55 visitatori e nessun utente online

  • Facebook Page: 526695580737775
  • Google+: u/0/100341328843922730230
  • Picasa: 110953083082960306505
  • Twitter: ilcalciolagente
  • YouTube: IlCalcioedellaGente
Sei qui:
Sabato, 10 Agosto 2013 12:35

Manifesto "Quando gli scarpini erano neri"

Vota questo articolo
(2 Voti)

L'associazione di promozione sociale Sogno Cavese e il comitato territoriale della lega calcio UISP annunciano che per la stagione sportiva 2013/2014 saranno avviate una serie di attività volte all'organizzazione di campionati provinciali di calcio a 6 e di calcio a 5. Gli organizzatori, nell'esporre le linee guida di tali attività, si augurano una grande partecipazione. Una partecipazione attiva, figlia del passato ma rivolta al futuro, rivolta ai giovani e soprattutto ai giovanissimi, vero grande obiettivo a medio e lungo termine di noi tutti.

Per raggiungere questo ambizioso obiettivo abbiamo bisogno della collaborazione dei partecipanti ai vari campionati; questi non dovranno essere semplici consumatori di un prodotto creato ad arte, i classici clienti a cui tutto è permesso, ma dovranno essere i protagonisti di un vecchio modo di stare insieme, dove anche lo sfottò era qualcosa di godibile.

Abbiamo pensato ad una formula insolita, certamente forse già utilizzata in altri contesti, ma che crediamo possa funzionare proprio perché permetterebbe di colmare la distanza generazionale.

Il campionato provinciale di calcio a 6 denominato “Il Calcio dei Cappuccini” sarà caratterizzato dallo spirito proprio di quel famoso “campionato” che negli anni ‘80 ha fatto da cornice alla crescita calcistica/aggregativa di centinaia di ragazzi.

Il torneo della base, quello non calato dall'alto, il torneo di tutti e per tutti, addirittura per i frati che per anni hanno partecipato, per quelli che non giocavano altrove, il torneo dell'aggregazione, della lealtà, soprattutto della partecipazione, quello dell'Altro Calcio, il torneo delle comitive, delle tante comitive che frequentavano i Cappuccini, che prima di essere delle squadre erano enormi gruppi di persone che si frequentavano nella vita, il torneo dove ognuno aveva un ruolo proattivo nell'organizzazione, il torneo che tutti rimpiangono.

Ebbene noi non abbiamo l’intenzione di regalarvi le fantastiche giornate che hanno vissuto i nostri “vecchi”, ma proveremo a riprenderne lo spirito.

Come? Vi anticipiamo che il campionato di calcio a 6 è aperto a tutti i maggiorenni e che le squadre debbono necessariamente schierare in campo durante le gare almeno un over 35 e un over 40.

Non guardate a questa regola come ad un aspetto negativo; fidatevi, noi siamo sicuri sia la ricetta giusta. Per il campionato, per colmare il vuoto tra le generazioni, per riappropriarci del gioco, per ritrovarci.

Crediamo che tutti, anche i più giovani, abbiano tra i loro amici dei “vecchietti” da ingaggiare, ma se così non fosse sappiate che c'è un esercito di reduci di quel “torneo” pronto a scendere al vostro fianco, che magari vi suggeriranno anche il suggestivo nome di qualche vecchia squadra dell'epoca.

 

Ma non finisce qui.

In caso di riscontro positivo è nostra intenzione quella di partire con un parallelo campionato under 18 con i nomi delle stesse squadre che parteciperanno al campionato maggiore. I figli, i nipoti o semplicemente i simpatizzanti di una squadra potranno partecipare ad un campionato giovanile, assumendo il nome e vestendo i colori della prima squadra, creando così un legame indissolubile per tutta la stagione.

 

Questa la fase provinciale. Al termine la vincente di questa parte di stagione si andrà a confrontare prima in ambito regionale e poi in ambito nazionale. Momenti di grande festa attendono anche chi si contraddistinguerà sia per la bravura tecnica sia per il particolare spirito messo in campo, in quanto una rappresentativa parteciperà ad un'ulteriore rassegna nazionale, con modalità che saranno rese note durante la stagione.

 

Il Calcio è della gente!

Letto 18646 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.