Monday, 18th 12 2017
02:05:26

Abbiamo 31 visitatori e nessun utente online

  • Facebook Page: 526695580737775
  • Google+: u/0/100341328843922730230
  • Picasa: 110953083082960306505
  • Twitter: ilcalciolagente
  • YouTube: IlCalcioedellaGente
Sei qui:
Domenica, 22 Ottobre 2017 18:56

Vittoria sofferta nel derby con il Cava 2000.

Vota questo articolo
(1 Vota)

il gol vittoria nel derby con il Cava 2000

Il “ classico “ derby stracittadino tra Cava United e Cava 2000 ha confermato, anche in questa edizione, i suoi connotati di sempre; partita spigolosa e dai toni agonistici molto elevati.

La coriacea formazione di mister Renato Milione, con esperienza e concentrazione, ha dato del filo da torcere alla più tecnica equipe metelliana, cara al presidente Alfieri, anche oggi indomabile trascinatore di tutto l’ambiente .

L’inizio di gara conferma i facili pronostici sull’andamento della gara: il Cava United parte deciso con buone trame offensive fino alla tre quarti grazie alla buona vena di Lorenzo Stella nelle vesti di ottimo play maker e alla vivacità e tenacia di Ferrara, abile a creare spazi nella retroguardia avversaria.

Ma il Cava United, nonostante la palese superiorità e il netto dominio territoriale, non punge e la difesa del Cava 2000, con esperienza e sagacia e qualche fallo tattico ben speso, riesce a neutralizzare ogni iniziativa dei vari Quadrano e Murolo.

Sul canonico taccuino del cronista si annota solo un velleitario tentativo di Ferrara e una buona incursione di Sica, che però non riesce a controllare adeguatamente l’assist ricevuto,  vanificando la buona azione offensiva. Qualche innocua conclusione da fuori area completa lo scarno notes.

Totalmente inoperoso il buon Gian Marco Senatore, estremo difensore dello United, per tutta la prima parte di gara.

La  ripresa conferma il cliché del primo tempo: Cava United a testa bassa per raggiungere un meritato vantaggio e il Cava 2000 rinunciatario e sornione, che arretra ancora di più il proprio baricentro, complice anche un netto e inevitabile calo fisico.

Mister Longino inserisce l’under Simone Trezza con l’intento di vivacizzare la manovra e sposta il buon Stella  sulla fascia sinistra;  il nuovo assetto conferisce maggiore fluidità alla manovra, come sperato dal trainer.

Le occasioni da gol sono diverse, tra tutte un bel colpo di testa di Ascione, che lambisce il palo a portiere battuto su un corner dalla sinistra.

La porta del Cava 2000 appare comunque stregata, gli animi si surriscaldano e la tensione sale alle stelle; il Cava United preme e chiude gli avversari nella propria area.

A tre minuti dalla fine l’episodio che scaccia gli incubi e libera la gioia di tutto l’ambiente.

Lo descriviamo o lo lasciamo alla immaginazione degli assenti ?......il dovere di cronista mi impedisce di negare al protagonista dell’impresa, il buon Giosuè Senatore,  la gioia di leggere della sua impresa, ovvero quella di raccogliere con classe e tecnica innata un lancio illuminante del bravo Trezza e di scattare  sull’out sinistro e di infilare con rasoterra secco e preciso il bravo portiere avversario.

La gioia del laterale cavese è da letteratura sportiva, come la sua corsa verso i propri tifosi per un gol   atteso da quasi cinque anni.

Ultimi minuti da cardiopalma a conferma, per chi non ne fosse ancora convinto, che il  gioco del calcio, tanto mortificato e offeso, resta lo sport più bello del mondo; il Cava 2000, che fino ai minuti finali non aveva fatto un tiro in porta, nel recupero, con una  buona e tenace azione, sfiora il pareggio, sventato da un ottimo intervento dell’eccellente Luca Amendola.

Il triplice fischio, finalmente, allenta la tensione  e dà il là alla genuina felicità della tifoseria dello United e del suo staff.

L’appuntamento,immancabile per tutti, è per sabato prossimo al campo di San Pietro per l’esordio casalingo contro la forte compagine del Filetta .

CAVA UNITED ALE’

 

Letto 231 volte

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.