Monday, 18th 12 2017
01:59:38

Abbiamo 13 visitatori e nessun utente online

  • Facebook Page: 526695580737775
  • Google+: u/0/100341328843922730230
  • Picasa: 110953083082960306505
  • Twitter: ilcalciolagente
  • YouTube: IlCalcioedellaGente
Sei qui:
Sogno Cavese

Sogno Cavese (7)

Vota questo articolo
(1 Vota)

 

Il torneo “Il Calcio è della Gente!” giunge alla sua quinta edizione. Niente male.

Nel presentare questa edizione è doveroso un prologo, giusto per ricordare dove nasce questa iniziativa per noi così speciale.

Dicembre 2012. L’allontanamento dagli stadi di calcio degli ultimi impavidi associati di Sogno Cavese dura da alcuni mesi: la delusione della gestione Spatola/Maglione, la mancata iscrizione della Cavese e poi la bella esperienza al seguito dell’Aquilotto di Emilio De Leo, sono ormai acqua passata. Tutto molto sofferto, tutto molto vissuto. Esperienze da vivere.

Proprio l’ultima di queste avventure sportive ci permette di conoscere, bene, un ragazzo dal cuore d’oro e dalla grande professionalità: Pietro Matafora. Pietro, napoletano DOC, arriva a Cava per collaborare con De Leo nel tentativo di costruire un modello calcistico differente, all’insegna del dialogo con tutte le realtà territoriali. Una cosa fuori dal comune, una cosa che richiederebbe del tempo, tanto tempo. Purtroppo Cava, tutto questo tempo pare che non ce l’abbia e dopo un’annata decisamente positiva, questa idea naufraga miseramente.

Resta l’amicizia con Pietro, una sana amicizia fatta di consigli, confronti, suggerimenti e comprensione anche di scelte drastiche prese dalla nostra associazione.

Dicevamo, dicembre 2012. Nella isolata location del convento dei frati cappuccini metelliani, dove nel frattempo “gli ultimi rimasti” dell’associazione Sogno Cavese continuano a cementare l’amicizia creatasi durante le vicissitudini di cui sopra, alla consueta riunione del venerdì è presente anche Matafora, all’epoca allenatore della juniores della USD Cavese, neonata società aquilotta.

Il dilemma di quelle ultime riunioni era rappresentato dal futuro da dare alla nostra associazione, quelle energie raccolte tra quelle fredde mura sprigionavano calore, le idee fiorivano, ma mancava una spinta forte che ci aiutasse a raccogliere i frutti di quelle tante chiacchierate, fatte lontano dai riflettori di quello sport tanto amato, ma pure tanto odiato perché non riconosciuto.

Fu un attimo, Pietro ci conosceva bene evidentemente, e con poche parole disse: “ripartite dai bambini, organizzate un torneo dove il risultato sia l’ultima cosa da prendere in considerazione e divertitevi innanzitutto voi”. Nacque così “Il Calcio è della Gente!”.

Un consiglio semplice, le parole che volevamo ascoltare erano già dentro di noi e i mesi successivi furono dedicati esclusivamente all’organizzazione di quell’evento, che oggi è diventata la nostra manifestazione più sentita, quella che ci dona più soddisfazione.

Il resto è cronaca. La prima edizione vide la partecipazione solo di quattro squadre, ma fu bellissima; ci aprì la mente, oltre a farci capire che un’impeccabile organizzazione non bastava a coinvolgere la città, le scuole, le maestre e i genitori.

Gli anni successivi, infatti, i numeri sono cresciuti, ma soprattutto è cresciuta la consapevolezza del perché questo torneo è così importante per noi: abbiamo tramutato in realtà quelle semplici parole. E non solo, visto che i temi di queste giornate vanno oltre il calcio.

Pertanto, anche quest’anno il torneo sarà piacevolmente accompagnato dalla sana alimentazione, dai rifiuti zero, dal senso civico, dalla consapevolezza delle diversità, dallo sport come formazione e dalla cultura.

I costi sono a carico nostro perché ci piace investire su noi stessi.

Dopo la lettura di questa fanzine, non ci resta che assaporare questa giornata e viverla serenamente insieme ai nostri figli. Il risultato è già raggiunto.         
 

Venerdì, 03 Luglio 2015 14:25

Un bel compleanno per Sogno Cavese

Vota questo articolo
(1 Vota)

le squadre che hanno giocato l'amichevole Cava United e Sogno Cavese

I primi incontri, la primissima riunione di aprile, la prima assemblea pubblica di maggio e poi la costituente del 2 luglio. Era il 2010.

La storia di questi primi cinque anni di vita associativa sono un po’ lunghi da raccontare e ai più potrebbe risultare noioso ripercorrere le varie storie in cui siamo stati più o meno coinvolti; per chi fosse curioso tutta la storia è sintetizzata ed è possibile leggerla cliccando sul seguente link:

http://www.ilcalcioedellagente.it/index.php/it/cava-united/42-storia-trust

Vota questo articolo
(1 Vota)

il codice fiscale dell'associazione per il 5 per 1000

Dopo aver raggiunto nel 2013 l'obiettivo di diffondere i propri fondamentali princìpi statutari, con iniziative volte a promuovere la cultura del gioco del calcio, quale veicolo di inclusione sociale e di partecipazione attiva sul territorio, l'attività del 2014 ha definitivamente consacrato l'idea di Sogno Cavese di costruire il Calcio del Futuro, completamente rinnovato nella sua essenza di sport, portatore di valori autentici e trasparenti, ovvero il "Calcio è della Gente".

Venerdì, 16 Gennaio 2015 12:23

SC, Cava United e il sociale

Vota questo articolo
(1 Vota)

Il supporters Trust Sogno Cavese e Cava United F.C. comunicano che ieri sera una rappresentanza squadra/tifosi si è recata presso la casa famiglia “Orizzonte” della frazione Passiano di Cava de’ Tirreni.

La struttura, gestita dalle Suore Francescane Alcantarine, accoglie pre-adolescenti ed adolescenti affidati dai tribunali o dai servizi sociali, a causa di situazioni familiari particolarmente problematiche. Alle ragazze accolte viene offerto un intervento educativo personalizzato, che mira a renderle capaci di fare scelte responsabili ed autonome.

Lunedì, 28 Aprile 2014 19:45

La fotografia più bella

Vota questo articolo
(6 Voti)

i trofei del campionato

La fotografia più bella e significativa della cerimonia di chiusura del Campionato "Quando gli scarpini erano neri" è senza dubbio rappresentata dal momento della premiazione che ha visto i rappresentanti di tutte le compagini applaudirsi a vicenda alla consegna dei premi. L'evento nonostante la pioggia abbattutasi sulla struttura di Passiano, teatro della manifestazione, che ha di fatto impedito le previste esibizioni dei Trombonieri Monte Castello e dei ragazzi della Cooperativa sociale La Fenice, ha avuto comunque un notevole successo ripagando gli sforzi ed i sacrifici svolti dall'Associazione Sogno Cavese organizzatrice del Torneo. A far da moderatore alla serata è stato un entusiasta Maurizio Alfieri che dopo un preambolo iniziale in cui ha descritto le finalità del Torneo ed il significato dello stesso che va al di là di una semplice competizione sportiva a riprendere quei valori di lealtà, sano agonismo ed amicizia che in passato hanno caratterizzato il "Torneo dei Cappuccini", ha chiamato a ritirare i premi i gestori dei campi, gli arbitri ed i rappresentati delle dodici squadre. Sono stati premiati così i vincitori del Torneo, la squadra della Domenica Sprint, presente al gran completo, nonché i vincitori dei play off ovverosia i Da Padre in Figlio che, nella finale che ha anticipato la premiazione, hanno conquistato la "Coppa Cappuccini" battendo la compagine del San Martinium, quindi è stato il turno della Fenice che si è aggiudicata la "Coppa Disciplina" intitolata ad Antonio Nola e della Bufera che ha vinto la "Coppa Aggregazione".

Particolarmente significativo è stato l'intervento di Pasquale Senatore della Cooperativa sociale La Fenice che, al ritiro della Coppa Disciplina vinta dalla propria compagine, ha voluto sottolineare la grande valenza del Torneo che ha permesso ai ragazzi della cooperativa di maturare un'esperienza di integrazione sociale di notevole importanza.

La serata è stata poi conclusa dall'intervento del presidente di Sogno Cavese, Paolo Polacco, il quale dopo aver espresso la propria soddisfazione per la riuscita dell'evento dando appuntamento ai protagonisti al prossimo anno per la seconda edizione, ha ricordato le varie iniziative sportive e sociali che sono in cantiere da parte dell'Associazione.

Domenica, 20 Aprile 2014 13:27

Assemblea ordinaria Sogno Cavese 2014

Vota questo articolo
(2 Voti)

assemblea ordinaria degli associati Sogno Cavese

Ieri sera, 19 aprile 2014, si è tenuta l’assemblea ordinaria degli associati di Sogno Cavese. Ordine del giorno molto ricco, poiché oltre all’approvazione del rendiconto del 2013 e del bilancio previsionale per il 2014, si sono tenute anche le nuove elezioni.

Diciamo subito che mai elezioni sono state più serene; questo è senz’altro dovuto al grande momento aggregativo che si vive in associazione e che ha contraddistinto gli ultimi anni. Nelle riunioni precedenti l’assemblea ordinaria, i consiglieri uscenti avevano espresso il desiderio di voler attuare un cambiamento in seno al direttivo: l’assemblea ha di fatto accolto favorevolmente tale proposito. Tolta la conferma alla guida dell’associazione, il direttivo di Sogno Cavese è completamente rinnovato.

I consiglieri uscenti Maurizio Alfieri, Giuseppe Abbamonte, Simone Ragone, Michele Palmieri e Franco Mastuccino, saranno sostituiti per il prossimo triennio dagli eletti Maurizio Paolillo (nuovo vice Presidente), Nina Senatore, Enzo Siani, Massimo Apicella.