Friday, 22nd 09 2017
17:10:57

Abbiamo 52 visitatori e nessun utente online

  • Facebook Page: 526695580737775
  • Google+: u/0/100341328843922730230
  • Picasa: 110953083082960306505
  • Twitter: ilcalciolagente
  • YouTube: IlCalcioedellaGente
Sei qui:
Il Calcio è della Gente! slogan dell'Associazione Sogno Cavese - Articoli filtrati per data: Settembre 2016

Articolo tratto da www.supportersincampo.org, sito dell'associazione nazionale di cui Sogno Cavese è socio fondatore.

Nei giorni del 24 e 25 settembre 2016 si è svolta presso la sede di Verona Col Cuore, il Supporters Trust dell’Hellas Verona, la terza Assemblea Generale Annuale di Supporters in Campo (“SinC”). Si è trattato di un momento di confronto, scambio di idee e di definizione delle prossime attività dell’organizzazione di coordinamento, impegnata al fianco delle associazioni di tifosi e Community Club italiani nella promozione della partecipazione e coinvolgimento dei supporters nella governance dei club di calcio.

Nella giornata di sabato 24 l’attenzione dell’assemblea è stata rivolta allo scambio di esperienze con il movimento nazionale dei supporters svedesi Svenska Fotbollssupporterunionen (SFSU; http://sfsu.nu/) che è partner di SinC, insieme ad altre organizzazioni nazionali di supporters e di società di calcio interamente gestite dai tifosi, nel “Progetto Erasmus+” (“Club e tifosi per una migliore gestione del calcio” (http://www.supporters-in-campo.org/2016/01/al-via-il-progetto-europeo-club-e-tifosi-per-una-migliore-gestione-del-calcio/), a cui è seguito un aggiornamento sulle attività svolte dai gruppi con particolare riferimento alle presentazioni di nuove realtà che sono entrate a far parte del nostro percorso.

Il confronto con realtà internazionali è stato da sempre tra i temi rilevanti dell’attività di SinC: sebbene i contesti possano essere differenti, le sfide per il coinvolgimento e la partecipazione dei supporters e il tema della sostenibilità economica delle società sportive presentano caratteristiche e problematiche spesso simili. Il confronto è stato utile per apprendere strategie operative e possibili iniziative da sviluppare anche in Italia.

La discussione con gli ospiti internazionali ha fornito l’occasione al consiglio di coordinamento di fare il punto sugli sviluppi del progetto ”Progetto Erasmus+”, in vista del prossimo workshop previsto per fine novembre a Malmö. In quella sede, ci si confronterà sul tema della sostenibilità economica, con il supporto dell’esperienza della società sportiva di detta città e dello Schalke04 (anch’essi partner del “Progetto Erasmus+”), e con gli aggiornamenti sul primo workshop che si è svolto a Manchester dove siamo stati ospiti del FC United of Manchester (http://www.supporters-in-campo.org/2016/06/club-e-tifosi-per-una-migliore-gestione-del-calcio-resoconto-del-primo-workshop-a-manchester-13-15-giugno/).

Ad aprire la seconda giornata, è stata la presentazione della relazione economica annuale, a cui è seguita l’approvazione del bilancio. Si è poi proseguito con lo scambio di esperienze  tra le nostre associazioni, che ha consentito di evidenziare le sfide che ci aspettano e di definire il percorso da intraprendere nei prossimi anni. Tra i temi affrontati si segnalano: la gestione dei rapporti tra associazioni e società sportive di riferimento, le strade da percorrere per incentivare la partecipazione sia nelle associazioni sia nelle società sportive e la sensibilizzazione degli interlocutori istituzionali in merito alle tematiche di partecipazione e coinvolgimento dei supporters nella governance dei club promosse da SinC. Riguardo a quest’ultimo tema, è stata dedicata particolare attenzione alle opportunità legate ai progetti per lo sviluppo del supporters liaison officer (introdotto nell’ordinamento sportivo da SD Europe che in Italia agisce tramite SinC), figura che dovrà essere correttamente intesa dalle istituzioni e dai supporters quale vera cerniera tra le società sportive e i propri tifosi.

La giornata è proseguita con l’ammissione quali soci di SinC delle seguenti organizzazioni di supporters, che da oltre un anno partecipano alle attività del movimento nazionale: “Tifosi per il Brescia”, “Associazione Polisportiva Per Brindisi”, “Orgoglio Pratese Soc. Coop” (che controlla l’AC Prato S.p.A., Lega Pro) e “Il Fasano Siamo Noi” (che controlla la US Città di Fasano, Promozione).

È stata, quindi, definita la composizione del nuovo consiglio di coordinamento, che ha visto la conferma di Diego Riva (alla presidenza), Pippo Russo e Stefano Pagnozzi e l’ingresso di Mirko Cecconi, Alex Sometti e Cosimo Dolente. I nuovi consiglieri, nel rispetto del principio di un rinnovamento che faciliti lo scambio di esperienze e la crescita degli associati e garantisca al contempo la continuità dei progetti, prendono il posto dei componenti uscenti Giuseppe Abbamonte, Gianluca Greco e Francesca Pagliaroli. A questi ultimi sono andati i migliori ringraziamenti per la loro attività nel consiglio di coordinamento.

A concludere i lavori, sono giunti numerosi suggerimenti da parte delle associazioni sulle linee di indirizzo del nuovo Consiglio di Coordinamento per il prossimo anno di attività e il ringraziamento all’intero staff di Verona col Cuore per l’organizzazione impeccabile e per il piacevole soggiorno dei partecipanti.

Questo nostro appuntamento annuale ci ha mostrato, come già accaduto nelle assemblee precedenti, una sempre crescente consapevolezza da parte di tutte le associazioni rispetto all’importante ruolo che siamo chiamati a svolgere a difesa delle nostre società sportive e della comune passione per questo sport, che necessita ogni giorno di più del coinvolgimento dei tifosi per non perdere la propria anima.

Pubblicato in Supporters in Campo
Sabato, 10 Settembre 2016 17:33

La sfida dello United

L'estate sta finendo e un altro anno calcistico sta arrivando. Anzi possiamo affermare che è già arrivato dal momento che, per quanto riguarda la prima squadra, la preparazione atletica è già iniziata da alcuni giorni, e l'under 17, piacevole novità di quest'anno, è in fase di costruzione/sperimentazione.

E già, è proprio così!

In barba alla crisi profonda che continua a colpire anno dopo anno lo sport dilettantistico nazionale, noi raddoppieremo gli sforzi e andremo a disputare anche un campionato giovanile regionale.

Lo scopo è di permettere ad un nutrito gruppo di giovani metelliani di continuare a giocare a calcio, proprio nella fase delicata della loro vita sportiva, allorché la quasi totalità di essi è costretta a lasciare in cantina gli scarpini: l'età adolescenziale li colloca fuori dal settore giovanile di base e fuori dalle orbite delle squadre di categoria, che degli under ne fanno un vero e proprio business. 

Dopo una lunga fase di pianificazione è il tempo di rimboccarci le maniche; ci rivolgiamo, in particolar modo, ai soci della nostra cooperativa sportiva, che nel frattempo ha raggiunto quota cento e festeggia simbolicamente questo grande traguardo. Un traguardo importante, costruito e conseguito lentamente, sulla scorta di un impegno costante e continuo dalla nascita di questa comunità il 10 luglio 2014 ad oggi.

Ci auguriamo che tra i nostri simpatizzanti ci siano altri cento amici pronti a sostenere i nostri ideali, pronti a sostenere un nuovo modello calcistico e pronti a credere che il calcio abbia ancora qualche speranza di essere ciò che abbiamo sempre desiderato: il gioco più bello del mondo!

Un occhio al budget previsionale e senza paura ci siamo lanciati in questa nuova sfida, molto accattivante ma anche molto difficile. Per tanti motivi.

La sfida economica innanzitutto, la quale risulta per una realtà come la nostra molto impegnativa; tra i costi di gestione assumono proporzioni gigantesche le spese per la struttura sportiva dove disputare gli allenamenti e le gare ufficiali. E' un tema caldo e molto attuale quello dei campi sportivi cavesi, con la momentanea indisponibilità del campo di San Pietro, la casa dello United nei suoi primi due anni di vita. In questa prima fase siamo stati costretti per motivi temporali e logistici ad allenarci lontano da Cava, mentre con un sospiro di sollievo possiamo annunciare che dalla prossima settimana potremo usufruire del campo "Desiderio" di Pregiato.

I costi annuali per poter realizzare l'intera stagione calcistica sono importanti e, fintanto che le società calcistiche non gestiranno in maniera diretta le strutture di cui usufruiscono, difficilmente si riuscirà ad arginare questa continua scomparsa di storiche società territoriali. In questa lunga fase di sopravvivenza, non resta che sperare nello sblocco delle strutture affidate alla società Alba Cavese per avere la possibilità di scegliere nel miglior modo possibile come e dove far giocare i nostri ragazzi. Sono ormai tristemente croniche le difficoltà dovute alla condivisione degli esigui spazi offerti da una singola struttura comunale la quale, per cause di forza maggiore, si ritroverà intasata negli orari serali, ovviamente i preferiti dalla maggior parte delle squadre cavesi di categoria. 

La sfida organizzativa poi, perché si raddoppieranno gli impegni con due squadre da seguire: a tal proposito abbiamo coinvolto altre persone al fine di suddividere i vari compiti e, sulla scia di quanto realizzato con la prima squadra, si è creato uno staff anche per l'under 17. Il tempo di oliare i meccanismi e saremo pronti.

Infine la sfida più importante, quella umana. La gestione del rinnovamento della rosa della prima squadra, l'approccio con il settore giovanile e il rapporto da tenere con i genitori. Sono nuove situazioni che ci troviamo a vivere e che stiamo affrontando con grande rispetto delle vicende personali. Sarà l'occasione per rapportarci in territori inesplorati dove non abbiamo delle certezze, ma che rappresentano sfide più affascinanti, di quelle che piacciono a noi.

Un esempio di queste nuove relazioni è l’incontro sulla corretta alimentazione del calciatore svoltosi ieri sera presso la nostra sede sociale, organizzato dalla nostra cooperativa grazie alla collaborazione nata con le Dott.sse Monica Di Domenico e Rita Di Giacomo, che ha visto un’appassionata partecipazione dei ragazzi dell’under 17 e dei loro genitori.

Siamo sulla buona strada.

Buon inizio di stagione United.

Pubblicato in Articoli Cava United