Friday, 22nd 09 2017
17:12:42

Abbiamo 60 visitatori e nessun utente online

  • Facebook Page: 526695580737775
  • Google+: u/0/100341328843922730230
  • Picasa: 110953083082960306505
  • Twitter: ilcalciolagente
  • YouTube: IlCalcioedellaGente
Sei qui:
Il Calcio è della Gente! slogan dell'Associazione Sogno Cavese - Articoli filtrati per data: Maggio 2017

Murcia, città della Spagna meridionale, capitale della comunità autonoma di Murcia. Un vero e proprio colpo di fulmine. Quell’evento che, a prima vista, ti lascia a bocca aperta e senza fiato per un momento. Quel qualcosa, una persona, un luogo, un accadimento, un oggetto, una squadra di calcio o altro, che in un attimo rimangono indelebili nel cuore. Un lampo per sempre. Frazioni di secondo, dove ti sembra familiare quel tale posto, ti sembra di conoscere da una vita quella persona; dove quell’evento non è avvenuto per caso, che quella squadra è anche la tua, perché è già parte di te. È un’emozione che durerà per sempre. Proprio questo abbiamo provato, lo scorso fine settimana, durante la nostra permanenza nella bellissima e accogliente città di Murcia, che ci ha ospitato grazie ai ragazzi del CAP Ciudad De Murcia (Club di Azionariato Popolare), in occasione della visita per il progetto  Erasmus “Clubs and Supporters for Better Governance in Football”.

Nonostante le inevitabili differenze culturali ci siamo sentiti sin da subito a nostro agio; abbiamo trovato un gruppo di persone cordiali e accoglienti, le quali hanno reso la nostra esperienza familiare e piacevole. La facilità e la libertà con cui abbiamo condiviso le nostre idee e i nostri ideali, ci ha permesso di vivere un’esperienza unica. Ci siamo confrontati e consigliati in merito alle nostre rispettive esperienze. Abbiamo visto con i nostri occhi quanta passione mettono in campo queste persone. Un gruppo ben strutturato a seconda delle attività da svolgere; un gruppo ottimamente guidato da due giovanissimi che, tra presidente e vicepresidente, non arrivano ai 70 anni di età.

La passione e l’impegno che tutti mettono nella loro creatura è visibile e riscontrabile nelle molteplici attività del club: dal fornitissimo e variegato merchandising, alle iniziative domenicali. Quella di domenica, ad esempio, ha visto coinvolte poco prima della gara all’interno dello spogliatoio, le famiglie dei calciatori con l’obiettivo di sostenerli e motivarli per l’importante match salvezza, poi finito in parità.

È grazie a questi momenti “fulminei” che abbiamo instaurato nuove amicizie e consolidato altre; il tutto condito dall’allegria e la goliardia tipica dei paesi mediterranei. I ragazzi spagnoli ci hanno aperto le loro case e accolto con sincerità e semplicità d’animo. Abbiamo avuto la possibilità di visitare una bellissima e florida città, definita “la grande sconosciuta”, che nulla ha da invidiare alle più famose e visitate città spagnole. Una città dove l’allegria, il clima, l’ottimo cibo e la “cerveza” locale, la fanno da padrone. Tutto questo è stato possibile grazie al calcio, quello dei veri valori, quello sincero e genuino dei campi di periferia, dove i tifosi sono attivi protagonisti e non spettatori inermi e accondiscendenti. Perché IL CALCIO E’ DELLA GENTE che sia Spagna, Italia o Lapponia… perché le emozioni non hanno padroni, né confini, né latitudini.

Pubblicato in Articoli Cava United
Mercoledì, 03 Maggio 2017 20:05

Under 17. L'entusiasmante trasferta di Sapri.

Domenica pomeriggio l’Under 17 del Cava United ha affrontato in trasferta la Pixous Sapri. La partita è terminata con il risultato di 3 a 3. La gara è stata molto entusiasmante e le due squadre si sono affrontate a viso aperto. Nel secondo tempo il Cava United ha effettuato una grandissima rimonta, giocando una delle sue migliori partite.

La giornata è cominciata nel migliore dei modi per i ragazzi e lo staff della squadra cavese, i quali hanno trascorso alcune ore in tranquillità sul litorale della città di Sapri, con un piacevole pranzo a sacco, nonché un bel bagno rinfrescante. 

Durante la gara, la squadra allenata da mister Trapanese è subito passata in vantaggio con un gol su calcio di punizione del difensore Trezza. Quest’ultimo, con una traiettoria a scavalcare la barriera, ha colto impreparato il portiere avversario.

Poco dopo, però, la compagine casalinga ha agguantato subito il pareggio, segnando dagli undici metri. Il rigore, causato da Vitale, è stato calciato in maniera impeccabile, senza lasciare scampo all'estremo difensore Pecoraro, che pur aveva intuito la conclusione. Poco dopo l’estremo difensore metelliano è costretto a lasciare il terreno di gioco dopo uno scontro fortuito di gioco.

Il gol del vantaggio della squadra di casa arriva a metà del primo tempo. La retroguardia metelliana non intercetta un cross avversario, la palla arriva a uno degli attaccanti avversari che, indisturbato, trafigge il subentrato Lazzarini.

La rete del doppio vantaggio della Pixous è stata siglata con un pallonetto a scavalcare l'appena entrato Lazzarini. Nel finale del primo tempo, è stata colpita la traversa da Trezza, nuovamente da calcio da fermo.

Nel secondo tempo la storia è cambiata. L’allenatore Trapanese ha rivoluzionato la squadra effettuando ben tre sostituzioni e il Cava United ha accorciato le distanze con il solito Senatore, il quale  dopo aver recuperato con caparbietà una palla sulla trequarti, ha superato in velocità un difensore e trafitto con una conclusione angolata l'estremo difensore. Dopo pochi minuti Trezza ha siglato la doppietta personale, nuovamente da calcio piazzato. Questa volta la sua conclusione è stata deviata da un avversario in barriera, deviazione che ha spiazzato il proprio portiere.

Il Cava United, sulle ali dell’entusiasmo, ha avuto due grandi opportunità per andare in vantaggio, sempre da calcio piazzato. La prima punizione, calciata da Virno, pur essendo a distanza siderale dalla porta avversaria, ha costretto l'estremo difensore bussentino ad effettuare un intervento spettacolare.

Successivamente, per la seconda volta una punizione di Trezza si è stampata sulla traversa.

Nel finale è stato espulso Di Mauro per un fallo da ultimo uomo e uno dei giocatori della Pixous, per fallo di reazione dopo aver subito l'intervento dello stesso Di Mauro.

Il match è terminato, così, con il risultato di 3 a 3.

Questa gara non ha permesso al Cava United di scalare la classifica, ma ha dimostrato che questa formazione è in grado di esprimere un gioco di alto livello, dando filo da torcere alla Pixous, squadra che staziona nelle zone alte di questo campionato. Quest’ultima trasferta si è dimostrata davvero appassionante e divertente e domenica prossima il Cava United dovrà terminare la stagione nel miglior modo possibile, cioè festeggiando con una bella vittoria nella sfida casalinga contro la Real Boschese.

Alè United...

Pubblicato in Articoli Cava United