Wednesday, 27th 03 2019
03:42:23

Abbiamo 54 visitatori e nessun utente online

  • Facebook Page: 526695580737775
  • Twitter: ilcalciolagente
  • YouTube: IlCalcioedellaGente
Sei qui:
Sabato, 10 Novembre 2018 13:58

"Venti" folli

tutta la squadra saluta i tifosi

Domenica 4 novembre, campo sportivo comunale di San Marzano sul Sarno. Sono le 17 circa e la gara tra i locali dell'Atletico Pagani e i metelliani del Cava United è terminata da una mezz'ora o giù di lì.

Netta la vittoria per gli ospiti guidati da mister Longino; il tecnico pregiatese è soddisfatto, si coccola i suoi, dà una pacca sulla spalla a chi è stato in panchina con lui, consapevole che l'armonia di queste prime settimane è merito soprattutto di chi sta giocando meno degli altri: sostegno incondizionato ai propri compagni in campo e grandissima serietà nel farsi trovare pronti quando chiamati in causa. Un allenatore non può chiedere di più.

In quel momento il presidente dell'Atletico Pagani si avvicina al gruppo cavese fuori dagli spogliatoi (qualche ritardatario è ancora sotto la doccia), e con fare meravigliato indica i venti folli che ancora assiepano la tribuna di fronte: "da quando è finita la gara non hanno smesso di cantare, li avete resi felici".

Come non essere contenti di quello che si sta creando tra i ragazzi e noi che ne siamo i tifosi, i fratelli, gli amici, la famiglia: l'immagine di fine gara, con tutta la squadra a salutare la Doce, testimonia in pieno lo spirito "United" finalmente ritrovato.

Il capitano Altobello (capitan Bisogno infortunato), attraverso il suo profilo facebook lo dice chiaramente "Da soli si cammina veloci, ma insieme si va lontano...", parole che sicuramente avranno fatto eco anche nello spogliatoio  dei ragazzi dell'under 19; infatti la tenacia con cui hanno affrontato il quotatissimo Faiano, fa il paio alla prestazione dei ragazzi della prima squadra.

Ora, però, arriva a Cava una delle squadre che sulla carta è stata costruita per vincere il campionato, quel Baronissi di Avallone e compagni che vuole tentare subito il ritorno in prima categoria. Pertanto non dovrà mancare la giusta attenzione e non dovrà mancare il supporto di quei venti folli, che sulle note di "Vulesse addeventare nu brigante", in quel di San Marzano, invocavano il risveglio della passione United.

Pubblicato in Articoli Cava United
Lunedì, 23 Aprile 2018 09:14

Siamo pronti!

6a edizione del torneo  “Il calcio è della gente!”
Mercoledì 25 aprile 2018

di maurizio paolillo

 

«È stata una splendida giornata di sport e divertimento!» «Un'esperienza indimenticabile!» «Credo che i bambini ne conserveranno un ricordo magnifico!».     

Ritorna il torneo di calcio riservato agli alunni delle scuole primarie di Cava de’ Tirreni, giunto alla 6a edizione. E noi partiamo dalle considerazioni raccolte estemporaneamente dai genitori dei bambini che hanno partecipato alla scorsa edizione della manifestazione.

Punto di partenza non facile, per un cumulo di ragioni.

Innanzitutto confermarsi, rinnovare il successo, anno dopo anno, non è mai cosa facile.

Inoltre va considerato come l’esito positivo delle scorse edizioni abbia stimolato, con nostra grande soddisfazione, la voglia di partecipare. Pertanto, quest’anno, i numeri, e di conseguenza l’impegno organizzativo, crescono, e non di poco.

Iniziamo con qualche conferma.

La manifestazione si svolge presso il Centro Sportivo “Athena’s Temple”, in località San Martino a Cava de' Tirreni; nome diverso ma stesso luogo dello scorso anno, confermato perché, considerati il luogo, gli spazi e, non ultima, la disponibilità degli amici che lo gestiscono, si è dimostrato ideale per accogliere un’iniziativa complessa e articolata come quella che ci apprestiamo a realizzare.

Confermati sono pure gli obiettivi: sviluppo della pratica motoria, educazione ambientale, sana alimentazione.

L’obiettivo prioritario, quello assolutamente irrinunciabile è sicuramente recuperare ai bambini la dimensione del gioco, del puro divertimento, del correre all’aria aperta “appresso a un pallone” col solo scopo di stare insieme in maniera gioiosa e spensierata. Perché gioia e spensieratezza sono sinonimo di benessere, esattamente nel senso in cui lo definisce l’Organizzazione Mondiale per la Sanità; ma, nel contempo, sono valori rari e preziosi in una società stressata della necessità del successo, della sopraffazione, dell’efficienza, del conseguire il risultato ad ogni costo.

Benessere vuol dire predisposizione d’animo e motivazione, presupposti essenziali per l’apprendimento. Perciò, magari, giocando e divertendosi, si potrebbe finire anche con l’imparare qualcosa. Hai visto mai…

Cambiano in crescita, come dicevamo, i numeri. Quest’anno prevediamo la partecipazione di circa 180 bambini organizzati in 18 squadre che saranno con noi dalle 8,00 del mattino fino al termine della giornata.

Un impegno gravoso che, per giungere a buon esito, necessita della collaborazione di tutti, a partire dai genitori che accompagneranno i bambini. Perciò esortiamo ad avere tanta pazienza, a non sottilizzare sui dettagli, a lasciare a casa un po’ delle ansie che affliggono, comprensibilmente, coloro che fanno il mestiere più difficile del mondo: il genitore.

Chi vince o chi perde non avrà nessuna importanza. L’unica cosa importante sarà giocare insieme. E l’Associazione Sogno Cavese ce la metterà tutta per aiutare i bambini a divertirsi.