Tuesday, 21st 08 2018
23:50:33

Abbiamo 46 visitatori e nessun utente online

Header
  • Facebook Page: 526695580737775
  • Twitter: ilcalciolagente
  • YouTube: IlCalcioedellaGente
Stampa
Email
Valutazione attuale:  / 3
ScarsoOttimo 

Esordio bagnato esordio fortunato

La squadra dei Trombonieri Monte Castello all'esordio vittorioso

Per tutti, nessuno escluso. Non possiamo nascondere a chi ci legge l’emozione che abbiamo provato stasera nel far partire l’ennesima bella iniziativa targata SC, questa volta dedicata interamente ai grandi. L’appuntamento del Maracanà era imperdibile e nonostante la pioggia copiosa c’è stata anche una buona affluenza. La speranza è di aver destato anche una buona impressione ai partecipanti, che dal canto loro sono stati impeccabili nell’organizzazione e nel presentarsi belli compatti alla prima di campionato. Dopo i convenevoli di rito, il riconoscimento dell’arbitro “Cartone”, non potevano mancare le parole di Paolo Polacco presidente di Sogno Cavese, che ha tenuto, in particolare, a ringraziare l’associazione per l’impegno profuso nell’organizzare il campionato e nel regalare giusto qualche amarcord ai calciatori, con sentite parole che valgono, sia inteso, per tutte le altre squadre:

“Abbiamo deciso di dare il massimo in questo campionato perché è questo il calcio che vogliamo, perché il calcio è nato per la gente e deve tornare ad essere della gente. Noi non ci guardiamo nemmeno le partite in televisione, stasera siamo qui e non ci guardiamo nemmeno la Nazionale di calcio perché voci insistenti avevano previsto che la partita con la Danimarca sarebbe finita 2-2 ed abbiamo appena saputo che è finita proprio 2-2. Ed allora signori come possiamo più credere che il calcio sia bello. E’ bello ciò che faremo qui, insieme a voi.

L’applauso per le sentite parole di Paolo era sincero, spontaneo e negli occhi di qualcuno si è intravista anche una leggera emozione. A questo punto riprendendo una vecchia tradizione dei Cappuccini non poteva mancare il tradizionale taglio del nastro. Ad eseguirlo un veterano di quei momenti, Maurizio Paolillo, che dopo ha anche allietato la serata con aneddoti e la sua simpatia.

Il tradizionale taglio del nastro ad inaugurare il campionato

La gara inaugurale del campionato "Quando gli scarpini erano neri" è stata vinta dai ragazzi del Casale di Monte Castello che in campo hanno dimostrato già l'amalgama del gruppo che si conosce a menadito. I Virus escono sconfitti con un roboante 5-0 e sono rimandati alla prossima gara. I ragazzi di Ruggiero sono senz'altro una buona squadra ma è stata evidente in campo la differenza, soprattutto fisica, mostrata dai Trombonieri Monte Castello. Sin dall'inizio del match sono i Trombonieri a menare le danze, con Trezza sugli scudi lì in mezzo al campo a dettare i tempi; alla fine oltre all'ammonizione per proteste risulterà anche il migliore in campo.

Poca roba in avanti i Virus che hanno impensierito la coppia (Ferrara-Riccio) solo in un paio di occasioni.

A metà tempo il vantaggio di capitan Lambiase che mette in discesa la gara, seguito da un gioiello dalla distanza di Pastore. I due difensori C361 hanno imparato tanto dai campi della capitale e si vede. Le altre reti sono di Trezza, D'Amore e D'Amico mentre nel finale è il palo a negare la gioia del gol della bandiera ai Virus.

un momento del match sullo sfondo lo striscione Il Calcio è della Gente

Share