Sunday, 19th 11 2017
07:39:34

Abbiamo 43 visitatori e nessun utente online

Header
  • Facebook Page: 526695580737775
  • Google+: u/0/100341328843922730230
  • Picasa: 110953083082960306505
  • Twitter: ilcalciolagente
  • YouTube: IlCalcioedellaGente
Sei qui:
Il Calcio è della Gente! slogan dell'Associazione Sogno Cavese - Admin
Domenica, 12 Novembre 2017 20:28

Pari tra le mura amiche per lo United

Partita bella e combattuta tra Cava United e Sporting Battipaglia, quella andata in scena in un bel pomeriggio primaverile al campo San Pietro.

Due squadre in buona condizione, con fondate ambizioni per disputare un campionato di vertice, affrontatesi con lealtà e determinazione.

Mister Longino, fedele al suo credo tattico, schiera il solito 4-3-3 confermando Masullo nel ruolo di playmaker, coadiuvato dai polmoni e corsa di Sica e Santoriello, immutata la difesa, in attacco la novità Quadrano titolare sull’out sinistro.

L’inizio gara vede lo Sporting più determinato e subito “in partita”; gli ospiti si procurano due nitide occasioni da rete sprecate dall’imprecisione dei suoi attaccanti.

Il Cava United sembra impaurito e impacciato, manovra poco fluida ed attaccanti facilmente imbavagliati dalla difesa: risultato portiere ospite completamente inoperoso.

I battipagliesi sfiorano ancora il gol e mettono a dura prova la retroguardia biancoblu , sempre affidabile e precisa soprattutto nei centrali Amendola e Ascione.

Il primo tempo si chiude senza variazioni sul tema, dominio degli ospiti e sterili tentativi del Cava United di imbastire manovre degne di nota.

Taccuino completamente vuoto alla voce tiri in porta locali.

Nell’intervallo sono ben udibili le urla di mister Longino, impegnato nella classica e canonica “lavata di capo” ai suoi ragazzi, nel tentativo di renderli più determinati e convinti.

L’inizio del secondo tempo denota infatti una maggiore vivacità dei locali che conquistano campo, anche se il tutto non sfocia in nessuna azione degna di nota, ma i progressi sono evidenti.

Al decimo della ripresa ultima nitida occasione per lo Sporting che di testa sfiora il gol, evitato da un grande intervento di Gianmarco Senatore (ottima la sua prova).

Su questa occasione sembra spegnersi l’ardore agonistico degli ospiti, in evidente calo fisico, e il Cava United grazie anche agli innesti di Mister Longino ne approfitta .

Finalmente cominciano i pericoli anche per il bravo portiere ospite con una conclusione di Coiro, con buoni tentativi di Mosca e un tiro cross di Lamberti, che non trova nessuno pronto a spingere il pallone in rete.

Ultimo sussulto in “zona Cava United” a pochi minuti dalla fine, sempre Coiro ha la palla buona per realizzare ma spreca con una conclusione debole, provocando le indicibili imprecazioni di tutti i meravigliosi supporters locali e dello scrivente.

Il triplice fischio di un incerto direttore di gara sancisce un giusto pareggio che consente al Cava United di portare a quattro le gare senza sconfitte e senza subire nessuna rete (un vero record per queste categorie).

Sensazioni di soddisfazione mista a rammarico sugli spalti come è naturale che sia in occasione di un pareggio, ma anche tanta gioia per aver trascorso l’ennesimo pomeriggio di sana aggregazione e spirito sportivo………quello autentico!!

CAVA UNITED ALE’

Lunedì, 06 Novembre 2017 12:38

Primo pareggio stagionale per il Cava United

Nel calcio l’obiettivo è cercare, se ci riesci, di spingere il pallone oltre la linea di porta e gonfiare la rete. Questo è quello che ti permette di coronare buone prestazioni e far gioire i tuoi tifosi.

Al “Vittoria” di Fisciano questo non è successo, merito degli avversari del Villa 2015, che hanno lottato per evitare la terza sconfitta di fila, demerito del Cava United che pur creando tante occasioni da rete, non è riuscito a finalizzarle.

In virtù del pareggio di Fisciano, il Cava United lascia la testa della classifica alla schiacciasassi Longobarda, capace di rifilare ben nove gol alla Prepezzanese; il Cava United, però, ancora una volta dimostra di stare bene in campo, di avere una buona condizione fisica e che di certo disputerà un buon campionato.

Mister Longino prova a dare spazio anche a chi ha giocato meno in questo primo scorcio di campionato e schiera il ritrovato capitan Bisogno terzino sinistro, spostando in avanti Giosuè Senatore; molto positivo il debutto di Giuseppe Masullo a centrocampo, affiancato dagli ottimi Santoriello e Stella.

Con la difesa che mantiene inviolata la propria porta e il centrocampo che gira bene, non basta la gara volenterosa dei nostri attaccanti.

Va bene allo United al via del match: Amendola perde malamente palla prima della metà campo, la vecchia volpe cavese del Villa 2015 Salsano si trova a tu per tu con Gianmarco Senatore e sfiora il vantaggio per i suoi tirando addosso all’estremo portiere cavese.

Da qui in poi sarà il Cava United a fare la gara, con il Villa 2015 a difendersi per poi ripartire; sugli spalti la Doce apprezza e sostiene i biancoblu.

Sono tre le occasioni per andare in gol nella prima frazione di gioco. Giosuè Senatore, dopo una buona azione sulla fascia, serve al centro dell’area Lamberti, che strozza il tiro di sinistro e calcia debolmente in porta; è poi lo stesso Lamberti a sfiorare il gol dopo aver superato il proprio marcatore in velocità, da posizione leggermente defilata tira fuori, quando poteva servire Giosuè Senatore solo sul secondo palo; il tempo si chiude con un’altra ottima occasione, allorché Francesco Desiderio, da solo in area, tenta di superare con un pallonetto il portiere, ma la diagonale del terzino del Villa 2015 ha successo ed evita la capitolazione ai suoi. Al riposo è 0-0.

Non cambia il canovaccio della gara nella ripresa, anzi i padroni di casa calano notevolmente e di rado si fanno vedere dalle parti di Gianmarco Senatore.

Gioca bene il Cava United, che nel frattempo inizia la consueta rotazione dalla panchina, quest’anno vera arma in più in dote a mister Longino, ma i cambi non sortiscono gli effetti sperati.

Entra bene in gara Coiro, che sfiora il gol in almeno due occasioni dal limite dell’area, ma mette male il corpo e spara alto in entrambe le occasioni.

Meno brillanti Mosca e Murolo, con quest’ultimo che fallisce un gol clamoroso quando un’uscita maldestra del portiere locale permette all’esterno metelliano di trovarsi a pochi metri dalla porta senza l’estremo a difenderla: Murolo, però, cincischia nel controllo e tira debolmente addosso al difensore, che nel frattempo si era posizionato sulla linea dell’area piccola di porta.

C’è ancora tempo per vincerla questa gara, ma la porta del Villa 2015 sembra a questo punto stregata: ci prova prima l’indomabile Lamberti, che però tira addosso al portiere in uscita e negli ultimi istanti, è ancora Coiro, che dopo una bella azione corale, si trova da solo davanti alla porta ma incredibilmente alza la palla sopra la traversa, strozzando l’urlo in gola alla Doce pronta ad abbracciarsi ancora.

A fine gara è evidente la delusione dei nostri ragazzi, ma quando l’impegno c’è stato e non è stato lesinato nessuno sforzo, la Doce accoglie sotto il settore tra canti e applausi i propri ragazzi. Va bene così.

Domenica, 29 Ottobre 2017 20:03

Zona Cava United

L’espressione “ zona Cesarini” è  diffusa per indicare gli ultimi minuti di una partita ed in generale le situazioni risolte in extremis in modo positivo.

Aggiornate i vostri dizionari!!  E’ possibile che si cambi la denominazione in “zona Cava United”  per l’ennesima vittoria (la seconda in due giornate), conquistata nei minuti finali dalla compagine metelliana.

Ma partiamo dall’inizio e dalla cronaca di una bella gara, disputata con lealtà e vigore da due squadre ben dotate tecnicamente e desiderose di recitare un ruolo di primo piano in questo avvincente campionato.

Il Real Filetta parte con il piglio giusto, e con i suoi attaccanti veloci e ben dotati tecnicamente tiene in ansia la difesa locale, creando  qualche pericolo alla porta difesa dall’ottimo Gian Marco Senatore.

La difesa metelliana tiene bene grazie alle prestazioni di un eccellente Amendola (migliore in campo) e di  un ritrovato Danilo Ascione e la sfuriata iniziale dei picentini di conseguenza  man mano si affievolisce.

Il Cava United  nella seconda parte della prima frazione di gara riesce anche a rendersi pericoloso con un ottima conclusione di Mosca, di poco alta sulla traversa.

Il primo tempo si chiude tra gli applausi del pubblico per entrambe le formazioni, protagoniste di una buona gara nonostante un forte vento che ha ostacolato non poco le trame di gioco.

L’inizio della ripresa conferma i progressi della compagine locale che inizia a macinare gioco; Trezza  riesce a impostare buone trame per gli attaccanti, il bravo Giosuè Senatore spinge con efficacia sulla fascia e Lamberti crea apprensione con la sua determinazione alla difesa ospite.

A metà ripresa ottima occasione per i locali con Ascione, in perfetto stile difensore “made in England”, bravo ad anticipare di testa gli avversari su corner battuto dalla destra: la conclusione è di poco alta.

La partita scorre su un marcato equilibrio ed  è avviata sul classico punteggio ad occhiali, ma ecco la mossa vincente dell’astuto Mister Longino che sostituisce Mosca con l’ottimo Desiderio e conseguente  spostamento di  Lamberti al centro dell’attacco.

Desiderio vivacizza la manovra offensiva creando più spazi per gli attaccanti e da una sua azione parte un ottimo assist per il capolavoro della giornata, ovvero il gol nei minuti finali di Alfonso Lamberti, autore di una stupenda mezza rovesciata dal vertice dell’aria che con una parabola imprendibile trafigge il portiere ospite.

Un gol bellissimo che lascia di sasso gli ospiti e scatena l’incontenibile gioia del pubblico presente sugli spalti del comunale di San Pietro.

Gli ultimi minuti  sono di un intensità  rara per  i modesti campetti di periferia, il Real Filetta spinge con le residue energie, ma il cuore e il coraggio dei metelliani hanno  la meglio: sfiora anche il raddoppio con una bellissima azione individuale il “ monstre” Lamberti, che dopo una serpentina al limite dell’area fallisce il pallonetto al portiere.

Il triplice fischio del giovane ma capace  arbitro chiude la gara con la meritata vittoria del Cava United e l’onore delle armi per i bravi e corretti picentini.

Grande la gioia e soddisfazione nell’ambiente metelliano per la prestazione della squadra e per il clima disteso e gioioso vissuto sugli spalti.

La strada è quella giusta……divertiamoci.

Alé Cava United

Lunedì, 23 Ottobre 2017 20:36

Juniores a punteggio pieno dopo tre giornate

la squadra al completo

Sabato 23 ottobre, il campo di Santa Lucia è stato lo scenario di due match che hanno coinvolto tutto il community club Cava United;  il primo tra Cava 2000 e Cava United, valido per il campionato di seconda categoria, ha visto vittoriosa la formazione della nostra prima squadra all’esordio in campionato, mentre il secondo, disputato tra le juniores del Cava United e della Battipagliese, terminato col risultato di 3-0 per i nostri colori.

Giornata perfetta per lo United, aiutato in entrambe le gare dalla solita tifoseria, sempre presente, che con cori, striscioni e coreografie, si dimostra sempre il dodicesimo uomo in campo.

La juniores è stata schierata da mister Senatore con la seguente formazione: Pecoraro, Sorrentino, Di Mauro, Virno, De Sio, Milito, Milione, Caso, Senatore, Trezza A., Adinolfi A. Presenti anche i collaboratori Raffaele Adinolfi, Luca Caputo e Paolo Pecoraro ad aiutare il mister e la squadra tutta durante l'incontro.

Il match con la Battipagliese è stato piuttosto equilibrato per gran parte del primo tempo, durante il quale le squadre si sono praticamente annullate, forse anche a causa del terreno di gioco  in condizioni non ottimali. Pian piano lo United, però, è cresciuto creando diverse opportunità da rete per sbloccare il risultato.

La prima ghiotta occasione è capitata a Senatore, che su suggerimento laterale, ha calciato a botta sicura, trovando però la respinta prodigiosa del portiere avversario, che ha compiuto davvero un bel gesto atletico.

Poco dopo è stato Adinolfi A., a sciupare una buona possibilità per passare in vantaggio, servito da Trezza A. L'esterno della formazione metelliana, però, è stato colto di sorpresa dall'assist del compagno e ha mancato lo specchio a due passi da quest'ultimo.

Il gol, tuttavia, era nell'aria e non si è lasciato attendere. É stato il solito Trezza A. ad aprire le danze. L'attaccante è stato servito da un ottimo assist del terzino Sorrentino, e da posizione defilata ha calciato con gran grinta e determinazione, infilando il portiere.

La rete del raddoppio è arrivata su palla da fermo. Il centrocampista Caso ha crossato dalla bandierina verso il secondo palo, dove capitan Virno ha colpito di testa indisturbato. La rete, pur essendo inaspettata, ha avuto un sapore speciale, perché è stata pronosticata all'interno degli spogliatoi prima dell'inizio della gara.

L'unica opportunità della squadra avversaria è stato un traversone, che ha concluso la sua corsa, però, lontano dai pali difesi da Pecoraro.

Nella seconda frazione di gioco, il mister ha effettuato tutti i cambi a sua disposizione, ma la situazione non è cambiata. Anzi la formazione di casa ha segnato un altro al quarto d’ora della ripresa. E' stato sempre Trezza A., a portare sul definitivo 3 a 0 il risultato, segnando la sua prima doppietta con la maglia del Cava United. Questa volta è stato lesto a sfruttare un'incertezza della difesa battipagliese, e servito nuovamente da Caso, è andato in gol senza difficoltà. L'unica chance per la compagine ospite di ridurre lo svantaggio, è stata una conclusione che è andata molto vicino alla porta di Pecoraro, ma che comunque non ha costretto quest'ultimo all'intervento. Così dopo tre giornate la juniores del Cava United si trova a punteggio pieno, il che mette una buona dose di serenità tra i giocatori, che però non devono distrarsi.

E' fondamentale avere quella lucidità necessaria per proseguire in questo cammino, con quell'adrenalina e quella grinta che non deve mai mancare.

Ad maiora, United...

 

                                                                                                                      di Raffaele Vitale

Domenica, 22 Ottobre 2017 18:56

Vittoria sofferta nel derby con il Cava 2000.

il gol vittoria nel derby con il Cava 2000

Il “ classico “ derby stracittadino tra Cava United e Cava 2000 ha confermato, anche in questa edizione, i suoi connotati di sempre; partita spigolosa e dai toni agonistici molto elevati.

La coriacea formazione di mister Renato Milione, con esperienza e concentrazione, ha dato del filo da torcere alla più tecnica equipe metelliana, cara al presidente Alfieri, anche oggi indomabile trascinatore di tutto l’ambiente .

L’inizio di gara conferma i facili pronostici sull’andamento della gara: il Cava United parte deciso con buone trame offensive fino alla tre quarti grazie alla buona vena di Lorenzo Stella nelle vesti di ottimo play maker e alla vivacità e tenacia di Ferrara, abile a creare spazi nella retroguardia avversaria.

Ma il Cava United, nonostante la palese superiorità e il netto dominio territoriale, non punge e la difesa del Cava 2000, con esperienza e sagacia e qualche fallo tattico ben speso, riesce a neutralizzare ogni iniziativa dei vari Quadrano e Murolo.

Sul canonico taccuino del cronista si annota solo un velleitario tentativo di Ferrara e una buona incursione di Sica, che però non riesce a controllare adeguatamente l’assist ricevuto,  vanificando la buona azione offensiva. Qualche innocua conclusione da fuori area completa lo scarno notes.

Totalmente inoperoso il buon Gian Marco Senatore, estremo difensore dello United, per tutta la prima parte di gara.

La  ripresa conferma il cliché del primo tempo: Cava United a testa bassa per raggiungere un meritato vantaggio e il Cava 2000 rinunciatario e sornione, che arretra ancora di più il proprio baricentro, complice anche un netto e inevitabile calo fisico.

Mister Longino inserisce l’under Simone Trezza con l’intento di vivacizzare la manovra e sposta il buon Stella  sulla fascia sinistra;  il nuovo assetto conferisce maggiore fluidità alla manovra, come sperato dal trainer.

Le occasioni da gol sono diverse, tra tutte un bel colpo di testa di Ascione, che lambisce il palo a portiere battuto su un corner dalla sinistra.

La porta del Cava 2000 appare comunque stregata, gli animi si surriscaldano e la tensione sale alle stelle; il Cava United preme e chiude gli avversari nella propria area.

A tre minuti dalla fine l’episodio che scaccia gli incubi e libera la gioia di tutto l’ambiente.

Lo descriviamo o lo lasciamo alla immaginazione degli assenti ?......il dovere di cronista mi impedisce di negare al protagonista dell’impresa, il buon Giosuè Senatore,  la gioia di leggere della sua impresa, ovvero quella di raccogliere con classe e tecnica innata un lancio illuminante del bravo Trezza e di scattare  sull’out sinistro e di infilare con rasoterra secco e preciso il bravo portiere avversario.

La gioia del laterale cavese è da letteratura sportiva, come la sua corsa verso i propri tifosi per un gol   atteso da quasi cinque anni.

Ultimi minuti da cardiopalma a conferma, per chi non ne fosse ancora convinto, che il  gioco del calcio, tanto mortificato e offeso, resta lo sport più bello del mondo; il Cava 2000, che fino ai minuti finali non aveva fatto un tiro in porta, nel recupero, con una  buona e tenace azione, sfiora il pareggio, sventato da un ottimo intervento dell’eccellente Luca Amendola.

Il triplice fischio, finalmente, allenta la tensione  e dà il là alla genuina felicità della tifoseria dello United e del suo staff.

L’appuntamento,immancabile per tutti, è per sabato prossimo al campo di San Pietro per l’esordio casalingo contro la forte compagine del Filetta .

CAVA UNITED ALE’

 

Mercoledì, 18 Ottobre 2017 11:47

Juniores: lo United cala la manita in trasferta.

Lunedì u.s. si è svolta a Pontecagnano Faiano la gara tra Picciola e Cava United, valida per il campionato regionale Juniores. Il match è terminato con il risultato di 0-5, a favore dello United.

La compagine metelliana è scesa in campo con la seguente formazione: Pecoraro, Santoriello A., Virno, Di Mauro, De Sio, Milito, Trezza S., Caso, Senatore, Adinolfi A., Trezza A.

Già dai primi minuti la formazione ospite ha dimostrato superiorità, sfruttando verticalizzazioni rapide verso gli esterni o la punta Trezza A. Quest'ultimo è stato il primo a rendersi pericoloso a pochi minuti dal fischio d'inizio, calciando una punizione dal limite dell'area avversaria. Il tiro, pur non essendo molto angolato, è stato prima deviato dal portiere e poi ha colpito la traversa.

Poco dopo è stato Senatore a trovarsi a tu per tu con l'estremo difensore, ma ha peccato di poca cattiveria agonistica e si è fatto parare la sua conclusione.

La formazione casalinga, però, ha avuto un'ottima reazione, facendo tremare la retroguardia ospite in due occasioni consecutive, entrambe da calcio d'angolo. E' stato molto bravo il portiere Pecoraro a smanacciare e allontanare la minaccia. Anche il centrocampista Trezza S., oggi più nervoso del solito, ha sfiorato il gol con un tiro molto angolato, che ha mancato di poco lo specchio della porta.

Le sorti dell'incontro sono cambiate dopo lo scambio tra i due esterni di attacco Senatore e Adinolfi A. Questa mossa è stata voluta dal mister Caputo, che coadiuvato da Adinolfi, Pecoraro e Armenante, è stato in grado di sostituire il mister Senatore, assente per motivi lavorativi, ricoprendo in modo ottimale un ruolo difficile come quello di allenatore.

A realizzare la rete del vantaggio, è stato il solito Trezza A., che ha approfittato dell'incertezza di un difensore avversario su una palla in profondità e ha rotto il ghiaccio, insaccando il portiere avversario. Con questa rete si è conclusa la prima frazione di gioco.

Nel secondo tempo lo United ha dilagato segnando ben quattro reti. Anche la Picciola ha avuto diverse occasioni per ridurre lo svantaggio, ma Pecoraro è stato davvero insuperabile.

In questa fase dell'incontro, le due squadre sono state molto larghe, il che ha concesso più spazi e reso la gara più divertente ed emozionante.

A circa dieci minuti dal fischio d'inizio della ripresa, è arrivato il gol del doppio vantaggio. A segnare è stato il capitano Virno, sempre pericoloso sulle palle alte, che ha colpito di testa piegando le mani al portiere.

Dopo poco si è aggiunto alla lista dei marcatori anche Senatore, che dopo aver ricevuto la palla sulla ribattuta di un avversario, ha spiazzato con una finta l'estremo difensore e poi ha calciato in porta. La Picciola, tuttavia, non si è arresa, e anche con un pesante svantaggio ha trovato le forze per contrattaccare. In particolare, Pecoraro è stato decisivo su diversi interventi ravvicinati, alcuni dei quali davvero miracolosi. Ha, inoltre, parato un rigore causato dal difensore Vitale L., subentrato nella ripresa, non concedendo alcuna chance alla squadra avversaria di ridurre lo svantaggio.

Il poker, è stato, invece, siglato da Adinolfi A., che si sta dimostrando in formissima in questa prima fase della stagione. Adigol si è prima procurato una punizione defilata e poi ha calciato la stessa, con precisione chirurgica, pescando l'angolo coperto dalla barriera.

A chiudere le danze è stato Pepe, entrato subito in partita, che è stato servito sempre da Adinolfi A., che ha superato in velocità un paio di avversari e poi fornito l'assist al compagno, che ha dimostrato freddezza sotto porta.

Ovviamente questa vittoria ha dato un grande entusiasmo a tutta la squadra, che non deve montarsi la testa, perché domenica deve già affrontare un test importante contro l'ostica Battipagliese.

Alè United, sempre....

     

di Vitale Raffaele

Domenica, 15 Ottobre 2017 23:09

La coppa sorride allo United

Debutto stagionale positivo e incoraggiante per la rinnovata compagine metelliana: goal, emozioni, bel gioco e correttezza in campo, sono stati gli ingredienti di un bel pomeriggio al campo sportivo di San Pietro.

L’inizio della gara, complice il clima estivo e la naturale adrenalina da debutto, non suscita grosse emozioni; la compagine giffonese conquista una supremazia territoriale che, però, non si tramuta in azioni degne di nota o pericoli per il portiere cavese Senatore.

Dopo la soporifera fase iniziale, il superiore tasso tecnico del centrocampo cavese, dove Trezza si fa notare per lucidità e precisione, comincia a produrre buone ed efficaci trame di gioco.

In due occasioni i ragazzi di mister Longino, neo tecnico biancoblu, sfiorano la rete con Trezza e Ferrara.

Nel miglior momento dei locali, inaspettato, giunge il vantaggio degli ospiti del Santa Maria, anche se sull’azione vincente è sembrato evidente un offside, non visto dal direttore di gara.

Il primo tempo si chiude con un Cava United determinato e convinto della possibilità di una meritata rimonta.

L’inizio ripresa conferma la buona vena dei biancoblu, il risultato di tale pressione è un gioco piacevole che irretisce gli avversari, costrigendoli nella propria metà campo.

Mister Longino opera dei cambi mirati ed efficaci, modificando l’attacco inserendo i volitivi Mosca e Quadrano al posto di Murolo e Ferrara, autori comunque di un’ottima prestazione.

Coiro sostituisce Sica e presidia con la stessa efficacia la fascia di competenza.

Il “ vecio” Mosca e il redivivo Quadrano, conferiscono maggiore vivacità al reparto offensivo: il gol sembra  proprio nell’aria.

Una traversa a portiere battuto della compagine cavese strozza l’urlo di gioia al pubblico e sembra confermare la maledizione di astinenza da gol del buon Mosca, che invece dopo nemmeno dieci minuti può finalmente esorcizzare il tutto, siglando il gol del meritato pareggio con un bel tiro dal limite angolato e preciso.

La gioia ovviamente è doppia, sia per il pareggio raggiunto sia, soprattutto, per il ritorno al gol di un ragazzo generoso e “devoto“ alla maglia biancoblu come pochi.

Il pareggio carica il Cava United che sembra non accusare la dura preparazione fisica sostenuta nelle scorse settimane e cerca con convinzione la rete del successo.

Il Santa Maria subisce e si difende con affanno. Puntuale e meritato arriva il gol del vantaggio realizzato dal sornione ma efficace Lamberti, abile a sfruttare con destrezza un passaggio filtrante in area di Perfetto e trafigge il portiere ospite.

Gli ultimi minuti vedono un naturale ma sterile tentativo di forcing dei giffonesi, il Cava United non lascia nessun spazio e difende senza troppi patemi il meritato vantaggio.

Il triplice fischio del direttore di gara sancisce la prima meritata vittori stagionale dei ragazzi cavesi e il primo pomeriggio di gioia per i suoi sostenitori e per tutto l’ambiente.

Plauso e lode infine ad entrambi i team, per la correttezza e il rispetto reciproco evidenziato durante la gara….bravi davvero.

Alè Cava United………divertiamoci!!!!!!!

Venerdì, 13 Ottobre 2017 15:30

Cava United di nuovo a Manchester.

Due rappresentanti del nostro trust saranno a Manchester il 28 e 29 ottobre p.v. nell'ambito del progetto europeo Erasmus+ a cui Cava United partecipa ormai da due anni; viaggeremo insieme ad un altro club democratico; il CAP Ciudad de Murcia, club spagnolo con il quale abbiamo già avuto modo di collaborare e condividere esperienze nell'ambito di questo progetto.
 
Saremo ospiti del F.C. United di Manchester che ci accoglierà per mostrarci la loro realtà. Vista loro grande esperienza, parleremo di amministrazione e gestione di un club da parte dei suoi tifosi e faremo ciò per migliorare le nostre conoscenze e per poter esportare la loro esperienza nelle nostre realtà.
 
Condivideremo i ragazzi di Murcia questa nuova esperienza che sarà la penultima tappa di un percorso iniziato lo scorso anno e che si concluderà a novembre con l'evento finale che si terrà a Dublino.
Esultanza dopo il gol rimonta contro l'Ogliarese
Vittoria al cardiopalma per la Juniores
Si è conclusa con il risultato di 3 a 1 la sfida tra le compagini juniores di Cava United e Ogliarese. Questa gara ha dato il via al nuovo campionato juniores regionale, che vede uno United rinnovato da nuovi innesti e con uno staff completamente nuovo. Ora alla guida della squadra vi è il mister Pasquale Senatore e i suoi due collaboratori Luca Caputo e Raffaele Adinolfi.
Lo United è sceso in campo con la seguente formazione: Pecoraro, De Sio, Virno, Santoriello, Baldi, Milione, Trezza S., Caso, Senatore, Trezza A., Adinolfi F.
Da evidenziare la massiccia presenza di supporter cavesi, che con cori, striscioni e fumogeni si sono dimostrati il dodicesimo uomo in campo.
La squadra ospite ha iniziato la gara in modo molto agguerrito e caparbio, mettendo in difficoltà gli avversari in due occasioni, con un tocco morbido finito di poco al lato e in un secondo caso, con un tiro potente che si è infranto sui guantoni dell'estremo difensore Pecoraro.
Dopo pochi minuti, però, il Cava United ha iniziato a prendere possesso dell'incontro, impensierendo non poche volte la squadra salernitana.
Il più pericoloso è stato l'attaccante Trezza A., che ha sfiorato il gol per ben tre volte. In particolare, il portiere ogliarese ha prima deviato in corner un suo calcio di punizione da posizione defilata. Successivamente è stato eccezionale ad opporsi alla conclusione angolata dello stesso. Infine il numero 9 bianco-blu ha graziato la formazione ospite non inquadrando lo specchio con un superbo pallonetto, che ha lasciato tutti a bocca, effettuato dopo aver recuperato palla sullo sfortunato rinvio del portiere avversario.
Nella prima frazione di gioco hanno sfiorato il vantaggio anche i due centrocampisti Caso, riconferma della scorsa stagione e Milione, nuovo innesto. Il primo ha calciato al lato da posizione defilata ed il secondo, invece, ha tentato l'Euro gol dalla distanza, calciando di contro balzo e sfiorando la traversa.
Il secondo tempo si è aperto sempre con la supremazia casalinga. Degno di nota è il doppio tentativo di Caso, che stavolta ha prima calciato al lato e poi tra le braccia del portiere avversario. La gara è proseguita a ritmo elevato e dopo circa 20 minuti dall'intervallo, purtroppo, è l'Ogliarese a passare in vantaggio. Gli attaccanti sono stati più lesti ad avventarsi sulla respinta di Pecoraro sulla prima conclusione avversaria e la palla si e’ insaccata.
Questo gol è stato come una doccia fredda per lo United, un fulmine a ciel sereno. E' stato proprio questo il fattore che ha cambiato il match. I calciatori della formazione casalinga hanno acquistato tenacia e determinazione ed il pareggio non si è lasciato attendere.
Il solito Senatore si è procurato una punizione davvero invitante al limite dell'area di rigore avversaria, con la conseguente espulsione del difensore avversario. A trasformare il calcio piazzato è stato Trezza S., che ha il piede caldo sui calci da fermo. La palla, sul secondo palo, ha colto di sorpresa l'estremo difensore. A questo punto sono state importantissime le sostituzioni effettuate da mister Senatore. Infatti la rete del vantaggio ha visto protagonisti proprio due calciatori subentrati: Pisapia, che fa effettuato uno splendido cross dalla destra e Adinolfi A., conosciuto meglio come Adigol, che ha insaccato di testa.
Infine, si è aggiunto alla lista dei marcatori Trezza A., che ha insaccato senza difficoltà su assist di Adinolfi A., infliggendo il colpo del K.O ad una difesa ormai disarmata.
Ottima vittoria, molto emozionante anche se sofferta. Commovente il saluto finale sotto la “Doce”. Il campionato è iniziato nel migliore dei modi. Bisogna ripartire da questo incontro, dalle cose buone e dagli errori commessi, per poter migliorare e crescere sempre di più.
 
Alè United...
 
di Raffaele Vitale
Venerdì, 29 Settembre 2017 17:14

Tra una stagione e l'altra

Tra una stagione e l’altra passa troppo tempo. Passa tanto di quel tempo che quando ti tocca ricominciare incontri le difficoltà del novizio: i palloni sono sgonfi, le borracce dove sono, ma la scaletta che fine ha fatto?, il terreno è troppo duro e …cacchio ma questi ragazzi vanno tesserati!

A qualcuno di voi sarà scappata una risata, ma vi assicuro che succede questo alle nostre latitudini: è il dolce prezzo da pagare al dilettantismo, ma con fierezza e spirito di sacrificio, tempo dieci giorni (vabbè facciamo venti suggerirebbe mister Longino), ci trasformiamo, l’organizzazione societaria e delle squadre diventa di serie…non sprechiamo paragoni, anche perché noi siamo noi, siamo il Cava United, la realtà cittadina dove tutti diventano utili proprio perché diventano parte integrante di questo community club e ne decretano il successo (si spera) o le difficoltà.

Uno degli obiettivi che ci siamo impegnati a perseguire nelle ormai datate riunioni di fine stagione scorsa è il ritrovare l’umiltà; probabilmente lo scorso anno la promozione in seconda categoria ha inciso negativamente sul nostro ego e la retta via è stata un po’ smarrita: poco divertimento, incomprensibili tensioni e spalti che andavano via via svuotandosi sono stato l’amaro risultato della mancanza di umiltà…poi siamo d’accordo sono capitate un bel po’ di cose, ma è bene individuare la cosa che più di tutte ci ha fatto riflettere e definire la priorità per la prossima stagione sportiva, definita dai più quella dell’anno zero.

Se tante persone non hanno più seguito lo United non possiamo scaricare la responsabilità sulla tessera del tifoso (a proposito che pagliacciata questo ping pong tra le istituzioni per dichiararne definitivamente il fallimento), oppure attaccare la società (cioè noi) per il caro biglietti, perché in entrambi i casi i campi di periferia sono ancora vaccinati e immuni da queste malattie del cosiddetto calcio moderno…e ci piace così. Pertanto per l’anno che verrà riforniamoci di tante “dosi” di goliardia e torniamo a divertirci sugli spalti, ma soprattutto che si divertano i nostri beniamini in campo.

Agli amici di sempre ricordiamo che quest’anno si ritorna al “San Pietro”, invitandoli a risintonizzare le frequenze affinché non manchino all’appuntamento del sabato pomeriggio, dove in alternanza giocheranno prima squadra e juniores (affidata alle cure di mister Senatore) e dove torneremo a fare un po’ di casino, la radiocronaca e qualche sana bevuta.

Ora proviamo a recuperare qualche giorno sulla tabella per diventare una società seria: raccomandata alla lega (da fare), abbigliamento sportivo (ordinato), visite mediche (programmate)…dai ci siamo quasi.

Troppo tempo tra una stagione e l’altra. Meno male!

Pagina 1 di 22