Wednesday, 22nd 08 2018
07:02:06

Abbiamo 49 visitatori e nessun utente online

Header
  • Facebook Page: 526695580737775
  • Twitter: ilcalciolagente
  • YouTube: IlCalcioedellaGente
Sei qui:
Il Calcio è della Gente! slogan dell'Associazione Sogno Cavese - Admin

Domenica mattina presso il campo di Piedimonte in Nocera Inferiore, l'Under 17 del Cava United ha affrontato la compagine dell'Alfaterna Pagani. La gara è terminata con il risultato di 1-1, dopo un primo tempo in ombra dello United e una ripresa in costante crescita.

I ragazzi, allenati da ora  da mister Trapanese, hanno cominciato la gara nel peggiore dei modi, andando subito in svantaggio. L'Alfaterna Pagani, in completo giallo, ha segnato dopo pochi minuti dall'inizio dell'incontro. L'attaccante numero 10 è stato servito splendidamente in profondità, e avanzando palla al piede ha calciato centrando l'angolo destro della porta. Niente da fare per l'estremo difensore bianco-blu Pecoraro.

Verso la metà del primo tempo, la squadra di casa è andata vicinissima al raddoppio, ma in questo caso ha trovato l'attenta risposta di Pecoraro, che ha deviato la conclusione angolata sul fondo.

Nella ripresa la musica, però, è cambiata. Il Cava United ha finalmente incominciato a giocare in modo ordinato, trovando continuità nel costruire la manovra offensiva e creando numerose occasioni da goal.

La prima grande opportunità è capitata a Senatore, che su assist di Battimelli, ha aggirato in velocità la difesa, ma la sua conclusione è stata parata dal portiere avversario.

Durante tutto il secondo tempo, l'Alfaterna si è avvicinata raramente alla porta difesa da Pecoraro, a causa del gioco travolgente dello United. La squadra di casa ha, inoltre, dovuto terminare il match in dieci uomini, per via dell'espulsione di uno dei suoi calciatori.

Un'altra grande occasione per pareggiare i conti, è stata sprecata dal centrale difensivo Santoriello, che ha colpito di testa indisturbato senza centrare lo specchio della porta.

Successivamente, ancora una volta Senatore ha impensierito la retroguardia avversaria calciando dal limite dell'area di rigore: in quest’occasione c’è stata l'opposizione dell'estremo difensore paganese.

A circa dieci di minuti dalla fine dell'incontro, lo United ha trovato meritatamente il goal del pareggio. Un cross in area di rigore è stato controllato prima da Crispino, poi da Vitale e infine spedito in fondo al sacco dallo stesso Crispino.

La formazione metelliana ha anche rischiato di vincere la partita, ma il direttore di gara ha annullato ingiustamente  una rete a Santoriello nel finale.

Il Cava United deve continuare in questo modo, giocando come nella seconda frazione di gioco. Lo spirito dimostrato domenica nella ripresa è quello giusto. La prossima gara sarà disputata in casa contro la Nocerina, e occorre davvero grande grinta e determinazione per affrontare una delle formazioni più forti di questo campionato.

Forza United...

Domenica, 26 Marzo 2017 19:14

La débâcle di Bracigliano

Pomeriggio da dimenticare, nel senso reale del termine, per i ragazzi del Cava United.

Dimenticare al più presto tutto quello successo ieri al comunale di Bracigliano e ritrovare al più presto le  necessarie energie mentali (soprattutto) e fisiche, per concludere una stagione partita con ben altre ambizioni.

Il Bracigliano, compagine esperta, ha saputo sfruttare in pieno tutte le occasioni e ha meritatamente  vinto la gara, anche se ad onor del vero il passivo di quattro a zero è troppo severo e non rispecchia in pieno l’andamento della partita.

I prodromi di un pomeriggio  infausto si materializzano subito,  la squadra locale sigla il “gol de vestuarios” dopo appena  due minuti, grazie ad un colpo di testa del suo bravo laterale destro su punizione dalla trequarti.

La reazione della compagine ospite non fa tremare i polsi: l’unica vera occasione è per Murolo, a conclusione di una bella trama offensiva, sprecata dall’attaccante metelliano con un improbabile pallonetto neutralizzato senza problemi.

Il Cava United preme e conquista un marcato predominio territoriale, ma le occasioni da gol latitano anche grazie al buon lavoro dei difensori locali, sempre pronti a neutralizzare le iniziative degli attaccanti biancoblu.

Il manuale del calcio si sa, prevede un alto rischio di gol in contropiede quando una squadra è protesa in attacco per raggiungere il pareggio e anche stavolta non viene smentito.

A metà primo tempo, un lancio senza pretese in avanti del Bracigliano, trova impreparata la difesa del Cava United, ma non l’esperto attaccante locale che realizza il due a zero.

La prima frazione di gioco si chiude con un forcing costante ma sterile degli ospiti: l’unica emozione è data da un colpo di testa di Baldi, terminato di poco alto sulla traversa.

La ripresa vede un Cava United motivato e convinto di poter rientrare in partita, la supremazia territoriale è evidente e anche la manovra offensiva appare più fluida.

L’impegno profuso dai ragazzi metelliani produce diverse nitide occasioni da rete non concretizzate dagli attaccanti e puntuale, come una sorta di castigo, arriva in contropiede il terzo gol del Bracigliano che chiude definitivamente la partita.

Al novantesimo il punteggio a favore del corretto team di Bracigliano si fa ancora più rotondo, grazie ad una rete  su punizione che trafigge per la quarta volta l’estremo difensore ospite.

Il  triplice fischio libera la legittima gioia della compagine locale, che pur non avendo obiettivi di classifica importanti, raccoglie una vittoria di prestigio  e sancisce la fine di un pomeriggio da incubo per gli ospiti.

Unica nota lieta l’inimitabile passione e calore dei supporters metelliani che hanno sostenuto i propri beniamini per tutta la gara, seppur mortificati dal dover assistere alla partita in una sorta di recinto stante l’inagibilità della tribuna dello stadio di Bracigliano.

Arduo il compito che attende Mister Senatore e il suo staff. Ridare smalto e motivazioni  dopo la batosta odierna non sarà semplice  .

FORZA RAGAZZI !!!!!!!!!!!

CAVA UNITED ALE’

Mercoledì, 22 Marzo 2017 16:29

Comunicato ufficiale del 22 marzo 2017

La Società Cooperativa Sportiva Cava United Football Club, riguardo i fatti esecrabili avvenuti alla fine della partita di campionato di seconda categoria di sabato 18 marzo u.s. Cava United - Sporting Vietri, disputatasi presso il comunale di Santa Lucia di Cava de' Tirreni, chiede ufficialmente scusa alla società ospitata dello Sporting Vietri nella persona del suo presidente Luigi Abate e di tutti i suoi tesserati.

Altresì, si comunica, che a seguito di discussione assembleare e sentiti i testimoni oculari dei fatti, ha deciso di allontanare fino al termine della stagione e comunque fino a revoca della decisione stessa, sei tesserati della società resisi responsabili dei fatti citati, precisando che nessun tifoso ha mai fatto irruzione all'interno del rettangolo di gioco e quindi all'interno dell'area spogliatoi.

Un passo falso non dovrà fermare il nostro cammino alla ricerca di ideali e valori difficili da perseguire, ma ben saldi nella nostra mente. 

Alè United

                                                                                                                                         Il Presidente del CdA
                                                                                                                                             Maurizio Alfieri
 

Domenica mattina l'Under 17 del Cava United ha disputato la sfida casalinga valida per il campionato regionale contro la Calpazio, compagine della città di Battipaglia.

Questa sfida è terminata con il risultato di 0-2. Pur sembrando questo risultato netto, il primo tempo è stato dominato dalla squadra di casa, che dopo aver cominciato bene anche la seconda frazione di gioco, si è lasciata andare, perdendo rovinosamente la gara.

Ovviamente la formazione metelliana sperava in un risultato ben diverso, per poter finalmente interrompere la striscia di risultati negativi. Finora il Cava United non aveva mai perso così tante partite, una di seguito all'altra.

Questo problema potrebbe essere dovuto ad un calo fisico o di concentrazione, sta di fatto che il Cava United non riesce più a vincere.

La prima frazione di gioco è iniziata subito in maniera positiva, infatti il portiere della Calpazio ha deviato in calcio d'angolo un tiro Adinolfi. Dopo poco anche il portiere Lazzarini si è messo in mostra con un'ottima parata.

Verso la metà del primo tempo la Calpazio è passata in vantaggio. Un calcio di punizione dalla trequarti con il pallone rimpallato dalla barriera, è carambolato al centro dell'area di rigore. Qui la sfera è stata colpita di testa da un'attaccante battipagliese, che ha anticipato il suo marcatore e ha segnato il primo goal dell'incontro.

Lo United ha cercato di reagire in qualche modo, con i soliti Adinolfi e Caso, ma nulla da fare.

In particolare, l'estremo difensore della formazione ospite ha effettuato una grande parata su un tiro defilato proprio del centrocampista Caso.

La squadra di casa ha cominciato il secondo tempo in modo molto aggressivo, cercando di costruire un po' di gioco per vincere, o almeno pareggiare la partita ma la squadra ha comunque faticato molto, ottenendo poco di concreto.

L'opportunità più limpida è passata attraverso i piedi di capitan Virno, che ha calciato una punizione finita di poco alta sulla traversa.

A metà della ripresa il Cava United è rimasto in dieci, a causa dell'espulsione per somma di ammonizioni del capitano. Questa espulsione non ha di certo aiutato la squadra di mister Trapanese, che avrebbe dovuto recuperare una rete in inferiorità numerica.

La squadra battipagliese, sfruttando al meglio gli episodi, ha preso coraggio, e ha addirittura segnato il goal del raddoppio. Dopo aver conquistato una punizione, uno dei calciatori ospiti ha segnato direttamente da calcio piazzato, prendendo in controtempo il portiere Lazzarini, tratto in inganno dalla traiettoria della palla.

Questa rete ha spezzato le gambe al team metelliano, che non ha avuto più le forze, il coraggio e il tempo di recuperare il pesante svantaggio.

Si dice in gergo calcistico che in primavera si vincono i campionati. Lo United non vuole certamente aggiudicarsi questo campionato, ma sicuramente vuole chiuderlo nel migliore dei modi, non dimenticando quanto impegno mettono i membri della società tutta nel portare avanti questo progetto, questo sogno.

Ecco, ora si dovrebbe trovare un po' di quella grinta che contraddistingue lo United, e che nei momenti di maggior difficoltà spunta fuori e permette a chiunque di raggiungere i propri obbiettivi.

Forza United, sempre...

Mercoledì 15 marzo, si è disputata sul campo di Santa Lucia di Cava de' Tirreni, la sfida tra Cava United e New Mary Rosa. La gara, valida come recupero della gara di campionato, è terminata con il risultato di 2-1 in favore della formazione salernitana. Questa sconfitta è la testimonianza del momento “no” del Cava United, alla sua quarta sconfitta consecutiva per 2-1.

I metelliani non sono mai stati a secco di punti per un periodo così lungo.

Il match è stato equilibrato, ma la New Mary Rosa è stata più brava a capitalizzare le palle goal create. Nella prima frazione di gioco, sono pochi gli episodi da segnalare. Il Cava United, capitanato anche quest'oggi da mister Trapanese, è andato vicinissimo al goal in due frangenti.

La prima occasione è capitata a Crispino, che a due passi dalla porta non ha trovato il tempo giusto per calciare, sciupando così un'ottima chance. Poco dopo la palla goal è capitata tra i piedi di Adinolfi, che ha calciato quasi a botta sicura da posizione defilata. L'estremo difensore avversario, però, è stato bravissimo a respingere, trovando anche l'aiuto del legno, mantenendo inviolata la porta ospite.

La New Mary Rosa, ovviamente, ha avuto anch'essa alcune opportunità importanti, pur giocando in modo meno preciso del Cava United, ma più concreto. Uno degli attaccanti ospiti è stato rapidissimo a superare in velocità il suo marcatore e ad effettuare un pallonetto per scavalcare il portiere Pecoraro. Il difensore Santoriello, però, con un colpo di testa, ha impedito che il pallone si insaccasse, salvando la propria squadra.

Dopo l'intervallo, il Cava United è sceso in campo convinto di poter portare a casa i tre punti, e infatti è subito passato in vantaggio. E' stato capitan Virno a segnare la rete dell'1 a 0 da calcio d'angolo battuto da Crispino: Virno dopo aver colpito di testa, è stato fulmineo nell'accompagnare da terra il pallone in fondo al sacco.

Circa una decina di minuti dopo, però, la formazione ospite ha pareggiato i conti. I calciatori ospiti, di fatto, non hanno perso le speranze e hanno agguantato il pareggio calciando dopo la ribattuta del portiere. La difesa metelliana non è stata immediata ad avventarsi sulla respinta, e così è stata  punita. La squadra di casa ha subito reagito dopo aver subito il goal. E' stato Senatore, subentrato nel secondo tempo, a mettere in difficoltà l'estremo difensore avversario. L'esterno del Cava United,  ha calciato da posizione defilata in modo preciso, provando a scavare il portiere, che, però, ha nuovamente effettuato un intervento da applausi. Nel finale la New Mary Rosy ha costretto il portiere avversario Pecoraro ad effettuare una bellissima e complica  parata su una conclusione dalla distanza, ma dopo poco è passata in vantaggio. Il numero 9 granata ha colpito di testa, approfittando dell'uscita imprecisa del portiere, segnando la rete che ha deciso l'incontro.

Il Cava United, purtroppo, ha perso di nuovo. Non riesce ad interrompere in alcun modo questa striscia negativa. La squadra deve assolutamente ritrovarsi per ritornare a vincere e portare soddisfazioni ai propri tifosi.

Forza United …

Formazioni 
Cavese: Bisogno,Macri, Di Domenico, Formicola, Danisi Grillo,Fiumarella, Sansone, Senatore ,Maione,Romanato
Cava United Cuccurullo,Amato, de Sio, Santoriello A,VIRNO,Trezza, Guarino,Bertone, Adinolfi,Caso,Senatore.
 
Ritorno del derby cittadino tra le formazioni juniores Under 17 della Cavese e del Cava United. Disputata al Superga di Mercato San Severino, quartier generale della società aquilotta. Giornata primaverile che invitava ad una passeggiata in spiaggia. Alle 11.30 calcio d’inizio. Le due squadre si studiano, al 5 minuto un tiro timido da parte di Fiumarella termina alto sulla porta di Cuccurullo. Al 9 minuto la Cavese passa in vantaggio dopo uno svarione difensivo del centrale United, che permette allo stesso Fiumarella di trovarsi a tu per tu con l’estremo difensore del Cava United e insacca. Il match continua sempre sulla falsa riga delle battute iniziali, poche le trame costruite da ambo le parti. Al 20 minuto un lampo dello United. Da una punizione dalla tre quarti batte l’attaccante Guarino verso il centro area, la palla viene respinta debolmente dalla retroguardia aquilotta ma non ne approfitta il “brasiliano” Senatore dello United, il cui tiro a colpo sicuro si infrange su un difensore aquilotto. Al 25 e 27 si riaffaccia la Cavese dalle parti di Cuccurullo, che è bravo a sventare due conclusioni dell’attaccante Senatore della Cavese. Al 33 viene ingiustamente annullato un gol di Adinolfi, partito da solo verso la porta fermato dall’arbitro per un fuorigioco inesistente. Al 37 traversa colpita dal numero 4 Cavese Formicola, con un tiro dal limite dell’area e la palla deviata va in angolo. Dagli sviluppi del corner Cuccurullo respinge un tiro ravvicinato degli attaccanti cavesi, la corta respinta viene raccolta da Senatore che insacca il 2-0. Lo United effettua la prima sostituzione, Pecoraro subentra all’incolpevole Cuccurullo per problemi logistici. Il nuovo entrato Pecoraro viene impegnato da una deviazione in area dell’11 aquilotto Romanato in seguito a un calcio di punizione. Al 46 lo United torna pericoloso su calcio di punizione conquistato al limite dell’area da Senatore. La palla colpita perfettamente da Adinolfi, aggira la barriera e si infrange sulla traversa con il portiere Bisogno battuto. Squadre negli spogliatoi. All’inizio del secondo tempo inizia il valzer delle sostituzioni, subentra Trapanese a Bertone per lo United a centrocampo. Subentra poi il centrale difensivo Santoriello M. al posto dell’annebbiato Santoriello A. ,con questa mossa del mister Trapanese Pierpaolo, all’esordio in panchina in sostituzione dell'assente Perfetto; lo staff United cambia lo scacchiere, spostando Trezza a centrocampo. Dopo pochi minuti Sorrentino A. sostituisce l’ammonito Amato, in difficoltà oggi sulla sua fascia.  Al 8’ viene ammonito il cavese Sansone per un brutto fallo sul centrocampista dello United Caso. C’è una sterile supremazia dello United con la presenza di Trezza a centrocampo, che non riesce però a concretizzare. Infatti da una ennesima palla recuperata a centrocampo dal 6 metelliano lo stesso vedendo l’estremo difensore cavese Bisogno fuori dai pali tenta dalla distanza di segnare ma la palla va di poco fuori. Al 32 l’attaccante cavese Senatore lanciato verso la porta viene fermato dall’ottimo De Sio. Un’altra occasione per la Cavese con l’attaccante Basile viene sventata dall’estremo difensore Pecoraro. Al 40 passaggio errato del subentrato cavese Molaro in difesa che mette in moto Virno che accorcia per lo United.  Nei pochi minuti restanti lo United non riesce ad impensierire la retroguardia cavese che porta a casa una vittoria importantissima in chiave vittoria del campionato. Per il Cava United ennesima battuta d'arresto e testa al recupero di mercoledi con il New Mary Rosa.

 

Il Cava United ritorna alla vittoria dopo due pareggi consecutivi, al termine di una gara spigolosa che non ha offerto un grande spettacolo al numeroso pubblico accorso al moderno ed accogliente campo sportivo “ G. Giannattasio” di Prepezzano.

La vittoria “more solito“ è stata sofferta anche se meritata; il cuore e la carica agonistica dei locali non è bastata per fronteggiare la superiorità tecnica dei ragazzi di mister Senatore.

A metà primo tempo una bella giocata di Lambiase, migliore in campo dei suoi, permette a Murolo di liberare l’esterno offensivo Salsano sotto porta, ma il volitivo attaccante cavese non riesce a capitalizzare il buon assist ricevuto.

La prima frazione di gara, nonostante il netto predominio territoriale degli ospiti, sembra avviata a chiudersi senza l’emozione di un goal, ma proprio all’ultimo minuto un ingenuo fallo di un difensore picentino, induce l’arbitro a decretare il penalty per il team metelliano.

Impeccabile l’esecuzione di Murolo, che spiazza il portiere avversario e libera la gioia dei supporters cavesi al seguito.

I primi minuti della ripresa confermano la volontà degli ospiti di chiudere i conti e mettere al sicuro il risultato, il controllo del gioco è decisamente in mano al Cava United, la Prepezzanese arranca e  arretra il suo baricentro.

Al decimo il meritato raddoppio ospite; un’incisiva ed efficace azione in area picentina, causa un netto fallo di mano di un difensore locale.

Il direttore di gara ravvisa prontamente il fallo e decreta il giusto secondo rigore per il Cava United.

Stavolta è il centravanti Ferrara a realizzare con un tiro centrale e potente,  intuito ma non trattenuto dall’estremo difensore avversario.

La partita sembra a questo punto  indirizzarsi verso una tranquilla vittoria ospite, ma la condotta di gara dei biancoblu cala di ritmo e intensità agonistica, mentre la Prepezzanese comincia timidamente ad affacciarsi nella meta campo avversaria.

I velleitari tentativi dei locali sono premiati dalla concessione di un dubbio rigore a metà ripresa, neutralizzato dall’ottimo Ragone.

L’estremo difensore cavese paga a caro prezzo la prodezza, riportando un serio infortunio alla spalla che lo costringe a lasciare il campo in barella, sostituito dal giovanissimo Lazzarini. Dall’ospedale si saprà poi di una brutta lussazione alla spalla sinistra.

La  lunga interruzione, causata dall’incidente sembra giovare alla Prepezzanese; cresce, infatti, la determinazione dei picentini e dopo pochi minuti i loro sforzi vengono premiati da una rete di testa,  conseguente ad una punizione dalla trequarti di campo.

La partita si riapre e gli ultimi quindici minuti di gara sono di sofferenza pura per la torcida biancblu; l’under 17 Lazzarini riesce ad evitare in due occasioni il pareggio dei locali, mentre Salsano sciupa in malo modo la possibilità di chiudere definitivamente la gara con una conclusione debole in area.

Arriva finalmente, dopo un consistente recupero, il sospiratissimo e atteso triplice fischio che sancisce  la conquista di tre meritati e importantissimi punti per la classifica.

Continua la serie positiva dei metelliani (siamo a cinque turni di imbattibilità), ma purtroppo anche la serie degli infortuni che stanno oltremodo penalizzando l’andamento del campionato (arrivano a 10 con la gara di oggi gli infortunati); evidentemente ”lassù qualcuno non ci ama“ ( contrariamente al pensiero del grande Rocky Marciano a cui era dedicato il famosissimo film), ma nessun problema e nessun scoramento, il cuore, la determinazione e la voglia di lottare di tutto il team, ne siamo certi, sapranno sconfiggere  la malasorte e il destino avverso.

Il prossimo impegno è di quelli importanti, derby con la forte  e ostica compagine vietrese: occhi di tigre e nervi saldi……..

AD MAIORA SEMPER………

Partita bella, vibrante e ricca di emozioni tra la capolista Frazioni Unite e il Cava United, che ha  fatto palpitare i cuori e messo a dura prova i neuroni dell’appassionato e corretto pubblico presente.

Mister Senatore schiera una formazione spiccatamente offensiva, con tre punte di ruolo e un centrocampo robusto e dinamico; scelta subito ripagata dall’immediato vantaggio dei locali, dopo appena  tre minuti di gioco.

Mosca ruba una palla alla distratta difesa ospite e libera in area con un preciso assist Davide Senatore,  lesto a capitalizzare e trafiggere la rete avversaria.

Consuete scene di giubilo e di gioia sugli spalti, con un abbraccio collettivo al ritrovato Davide, elemento di buon spessore tecnico, che certamente sarà un valore aggiunto nel prosieguo del torneo.

Il gol fa saltare i nervi alla capolista, incredula di fronte a tanto vigore; un loro giocatore si fa espellere per uno stupido colpo a gioco fermo con conseguenti sceneggiate che mai vorremmo vedere sui campi di gioco.

La partita  a questo punto è in mano al Cava United, vantaggio di una rete e vantaggio numerico sono in genere i prodromi di una vittoria, ma ci pensa il direttore di gara a sovvertire tutto inventandosi una ingiusta espulsione ai danni del volitivo Mosca, dopo una sceneggiata del centrocampista ospite.

Il nervosismo cresce e la fa da padrona, negando ogni possibilità di assistere ad una gara fatta di belle giocate e sano agonismo.

A metà primo tempo il Cava United, con l’ottimo Lambiase sfiora il gol del due a zero. Il centrocampista classe ‘99 ruba palla al difensore avversario, ma non centra la porta sulla tempestiva uscita del portiere irnino.

La prima parte di gara si chiude tra aspri duelli a centrocampo, dove Sica e Memoli riescono ad arginare le iniziative avversarie e con la sempre attenta retroguardia cavese (eccellente la prova di Amendola), che chiude ogni tentativo degli esperti attaccanti rossoblu.

Nella ripresa le tensioni  si stemperano, finalmente si assiste ad una gara combattuta e corretta, il Frazioni Unite comincia a macinare gioco e a dimostrare il suo valore conquistando una supremazia territoriale netta, ma che non crea grossi pericoli al buon Ragone.

Il Cava United si difende con ordine ma non riesca più ad impensierire la difesa ospite, complice il calo fisico di Senatore, al rientro dopo diverse giornate di inattività, e la scarsa vena di Desiderio, marcato e “raddoppiato” a vista dai difensori.

Il predominio territoriale ospite produce due occasioni nitide, un palo colpito su punizioni dal limite e  un’occasione sprecata in area dal subentrato attaccante che colpisce debolmente da buona posizione.

Purtroppo, per la solita malasorte che colpisce inesorabile i colori biancoblù (a quando un adeguato rito apotropaico per sconfiggerla?), sono costretti a uscire per infortunio i due centrocampisti centrali (Memoli e Sica) tra i migliori in campo e costringe Mister Senatore a rivoluzionare l’assetto della squadra, non avendo in panchina sostituti di ruolo.

L’argine del centrocampo del Cava United salta inevitabilmente e puntuale arriva il fortunoso gol del pareggio ospite su un calcio di punizione e conseguente mischia in area, capitalizzata a dovere dall’esperto attaccante ospite.

La partita si chiude tra i tentativi della capolista di vincere la partita e con la strenua difesa a denti stretti del Cava United,  che giocoforza deve arretrare il baricentro del gioco.

Il triplice fischio di un inesperto ed incerto direttore di gara (troppo giovane per una partita cosi sentita ed importante?), sancisce un pareggio tutto sommato giusto tra le due formazioni tecnicamente più dotate del torneo.

La  gara di oggi  porta a cinque la serie positiva dei biancoblu di Mister Senatore, che finalmente sembra aver trovato i giusti equilibri, soprattutto a centrocampo dove spesso si erano notate carenze e cali di tensione.

 Mi sia consentita una citazione a parte per Altobello ed Amendola: “mostruosi”; entrambi probabilmente fino ad ora avevano pagato dazio, per non essersi ancora calati adeguatamente in una realtà inferiore alle loro capacità tecniche.

Avanti così  …… con vigore e determinazione, nessun traguardo è precluso.

ALE’ CAVA UNITED!!!!!!

 

Domenica, 26 Febbraio 2017 20:49

E' pareggio nel derby con il Cava 2000

Clima da derby e terreno pesante per l’abbondante pioggia risultano elementi indigesti per il Cava United.

Il team di mister Senatore non va oltre lo zero a zero contro il fanalino di coda Cava 2000, protagonista di una prestazione tutta cuore e carattere.

Il terreno di gioco pesante e l’attenta fase difensiva avversaria nel primo tempo, rappresentano un ostacolo insormontabile per lo United; poche le trame di gioco efficaci, inutili i tentativi di innescare la velocità e la tecnica dei due laterali Salsano e Murolo.

Scarse le emozioni nel primo tempo: una buona occasione per Sica, liberato da un buon passaggio filtrante, ma la conclusione del centrocampista termina alta sulla traversa.

Il Cava 2000 mette in campo tutta la sua esperienza per sopperire al netto divario tecnico e ci riesce benissimo, terminando il primo tempo senza subire reti.

Nella ripresa la musica non cambia nei primi venti minuti; la più ghiotta occasione da rete è proprio per il Cava 2000, che con una bella iniziativa del suo attaccante di sinistra sfiora il vantaggio.

Mister Senatore avverte il disagio dei suoi, inserisce Mosca al posto di Ferrara e la sostituzione dà i suoi primi frutti, con il neo entrato attaccante che sfiora il gol in due occasioni, ben lanciato dalla retrovie.

L’ultima parte dell’incontro è la più divertente, finalmente i cuori si riscaldano, il forcing del Cava United diventa martellante, complice anche il naturale calo fisico del Cava 2000.

Il forcing tutto cuore e carattere, supportato anche dall’ottimo inserimento dell’under Adinolfi (subentrato a Murolo), crea qualche pericolo all’attenta difesa avversaria con Salsano e Mosca.

Il gol sembra nell’aria, ma le speranze degli infreddoliti supporters biancoblu non vengono ripagate; il triplice fischio del direttore di gara sancisce uno zero a zero che lascia un po’ di amaro in bocca.

Note positive per il Cava United sono la difesa, che porta a quattro le gare senza subire reti e la serie consecutiva di risultati utili, ma resta un po' di delusione per un’occasione sprecata contro un avversario volitivo, ma nettamente inferiore sul piano tecnico.

Il campionato è ancora lungo e nessun obiettivo è precluso; pertanto tutti insieme “appassionatamente” e con gli occhi di tigre per il prossimo impegno casalingo con la capolista Frazioni Unite di Fisciano, che ne siamo certi, troverà pane per i suoi denti.

 

La gara odierna di scena al campo sportivo di Santa Lucia vedeva di fronte due compagini in salute, entrambe reduci da buone prestazioni.

Il pubblico presente pregustava una gara di un buon spessore tecnico e agonistico tra due squadre ai margini della zona play off.

Prima del fischio d’inizio emozionante e d'altri tempi il gesto dei dirigenti della squadra salernitana, i quali hanno donato una targa al Cava United in segno di riconoscimento per il nostro gesto dell'andata e segno tangibile di condivisione dei valori del Calcio della Gente.

La prima frazione di gara delude nettamente le aspettative, il Cava United “divorato” dalla tensione, rinuncia al suo solito gioco corto e al possesso palla, e si intestardisce in infruttuosi ed inutili lanci lunghi verso le punte Desiderio e Salsano, agevolmente controllati dagli esperti difensori salernitani.

La condotta di gara difensiva e rinunciataria della Longobarda completava l’opera irretendo ogni iniziativa dei metelliani.

Occasioni da rete una per parte, più clamorosa quella non concretizzata da Desiderio che da buona posizione spedisce oltre la traversa a pochi metri dal portiere ospite.

Il fischio della direttrice di gara (brava anche se talvolta incerta), che sancisce la fine del primo tempo è accolto quasi come una liberazione dal “tedio” patito dagli irriducibili supporters presenti.

L’inizio della ripresa denota un atteggiamento più determinato dei metelliani; migliora il possesso palla e le trame di gioco cominciano ad essere piacevoli ed efficaci.

Il Longobarda subisce il ritrovato vigore e furore agonistico degli avversari e non trova adeguate contromisure.

Al decimo finalmente la meritata rete della squadra locale siglata dall’ottimo Salsano, lesto e capace sul filo del fuorigioco a controllare con un bel gesto tecnico il pallone e scavalcare con un delizioso pallonetto l’estremo difensore avversario.

La rete libera la gioia del pubblico presente e crea le premesse per assistere ad una seconda parte di gara intensa e divertente.

La Longobarda deve giocoforza rinunciare alla sua tattica difensiva, il suo pressing diventa meno asfissiante e avanza il suo baricentro.

La mutata condotta di gara dei salernitani permette ai centrocampisti e attaccanti cavesi di giocare con più tranquillità e lucidità e lo spettacolo in campo migliora.

La noia e gli sbadigli del primo tempo sono un ricordo sbiadito, la partita è bella e molto intensa, il Cava United sa soffrire e controlla la gara con personalità.

Altobello è il solito baluardo insuperabile al centro della difesa, Sica, Lambiase e Memoli presidiano con esperienza il centrocampo guadagnando utili punizioni e spezzando il ritmo ospite.

Mosca subentrato al posto di Salsano riesce a tenere sotto pressione la difesa longobarda con buone iniziative rispettando le indicazioni del mister Senatore.

Ultimo brivido al 93’ quando i salernitani sugli sviluppi di un calcio di punizione liberano un loro attaccante a pochi passi dal portiere cavese, la conclusione del calciatore ospite finisce alta e salva le coronarie dei supporters metelliani.

Il Cava United ottiene una vittoria sofferta ma meritata, la serie positiva continua, la difesa non subisce gol da tre gare pur avendo affrontato avversari di buon livello, ma soprattutto da tre gare si gioca con una componente fondamentale (latitante talvolta nella prima parte del campionato): la personalità.

La fiducia nei propri mezzi sta crescendo ……….ci divertiremo!!!!!!!!

ALE’ CAVA UNITED

 

Pagina 4 di 23